elaborazione della separazione con i fiori di Bach

Elaborazione della separazione con i fiori di Bach

L’ elaborazione della separazione passa attraverso varie fasi. Cosa possono fare i fiori di Bach quando ci troviamo di fronte a un dolore così?

Riprendiamo l’articolo della settimana scorsa entrando nelle cinque fasi dell’elaborazione della separazione per vederle nel dettaglio e ragionare su quali fiori possono aiutarci. Trovi la prima parte QUI.

Le cinque fasi sono: la negazione o rifiuto, la rabbia, la contrattazione o patteggiamento, la depressione, l’accettazione.

Ci sono alcuni miti che è importante sfatare riguardo all’elaborazione della separazione:

il dolore andrà via più velocemente se lo ignoriamo: in realtà cercare di ignorare il dolore non farà che peggiorare le cose nel lungo periodo. Per una guarigione vera e propria è necessario affrontare il dolore e tutte le altre emozioni, ma all’inizio non ne siamo in grado, ecco quindi che entriamo nella prima fase:

Elaborazione della separazione – fase 1 – il rifiuto

questa fase è caratterizzata dal fatto che la persona, usando come meccanismo di difesa il rigetto dell’esame di realtà, ritiene impossibile che stia avvenendo la separazione. Con buona probabilità il processo di rifiuto della verità può essere funzionale alla persona che entra nella prima fase di elaborazione della separazione, per prendersi il tempo necessario per comprendere ed elaborare ciò che sta avvenendo. Di fatto, noi tendiamo inconsciamente a formare immagini mentali del mondo e a credere che quella sia la realtà. Quando una persona decide di andarsene dalla nostra vita, noi entriamo forzatamente in una realtà che è diversa rispetto alla proiezione che abbiamo immaginato nella nostra testa e a questo segue il rifiuto.

La discrepanza tra ciò che abbiamo pensato e ciò che accade incrina la nostra tranquillità, mettendoci di fronte a una realtà differente rispetto a ciò che pensavamo dovesse accadere e la nostra prima reazione è il rifiuto. In questa specifica fase d’elaborazione della separazione possiamo farci aiutare da fiori come:

Walnut, che è il fiore principe per l’adattamento ai cambiamenti e lo andremo a inserire in tutte e cinque le fasi, perché ogni fase richiede un adattamento.

Star of Bethlehem, che è il fiore principe per i traumi e lo inseriremo in tutte le fasi per lavorare sul trauma.

Agrimony, che ci aiuta a togliere la maschera sociale di accettazione, per iniziare a prendere contatto con le emozioni che davvero proviamo. Questo fiore è sicuramente un baluardo nella prima fase del rifiuto.

Cherry Plum, se cerchiamo di reprimere gli aspetti inconsci del lutto che non vogliamo vedere e nonostante questo essi tornano a manifestarsi.

White Chestnut, in abbinamento a Cherry Plum se il pensiero ci ossessiona.

Honeysuckle, può essere utile per iniziare a considerare che un ciclo è terminato, che il passato non tornerà e che possiamo iniziare a riconoscere il dolore che rifiutiamo di provare.

Clematis, se ci estraniamo dalla vita, dalla realtà per evitare di entrare in contatto con gli aspetti dolorosi della separazione.

Elaborazione della separazione – fase 2 – la rabbia

dopo la negazione iniziano a manifestarsi emozioni forti quali rabbia e paura, che esplodono in tutte le direzioni, investendo i familiari, gli amici, Dio. Una tipica domanda è “perché proprio a me?”. È una fase molto delicata dell’iter psicologico e relazionale della separazione. Rappresenta un momento critico che può essere sia il momento di massima richiesta di aiuto, ma anche il momento del rifiuto, della chiusura e del ritiro in sé.

Continuiamo con Walnut, Star of Bethlehem, Agrimony, Cherry Plum, Honeysuckle.

Possiamo aggiungere:

Holly, per la rabbia, Willow, per il rancore, la sensazione di ingiustizia che percepiamo.

Mimulus, se c’è paura e ritiro in Sé, Aspen, se la paura è paura dell’ignoto, di morire, Heather, se c’è paura della solitudine

Elaborazione della separazione – fase 3 – il patteggiamento

in questa fase la persona inizia a verificare cosa è in grado di fare ed in quali progetti può investire la speranza, iniziando una specie di negoziato con sé stessa. In questa fase, la persona riprende il controllo della propria vita, e cerca di riparare il riparabile. Non sta ancora accettando, crede che se farà qualcosa, potrà tornare alla condizione precedente la separazione.

Continuiamo con Walnut, Star of Bethlehem, Agrimony, Honeysuckle.

Inizia a manifestarsi la tristezza per cui potrebbero essere utili Gentian, Mustard, Willow, Gorse, Sweet Chestnut, a seconda di come questa emozione compare.

Elaborazione della separazione – fase 4 – la depressione

rappresenta un momento nel quale la persona inizia a prendere consapevolezza della perdita subita ed il livello di sofferenza aumenta. Questa fase viene distinta in due tipi di depressione: una preparatoria ed una reattiva.

Continuiamo con Walnut, Star of Bethlehem, Honeysuckle e differenziamo le due reazioni:

La depressione preparatoria ha un aspetto anticipatorio rispetto alla consapevolezza della perdita. In questa fase la persona non può più negare la sua condizione e inizia a prendere coscienza che la ribellione non è possibile, per cui la negazione e la rabbia vengono sostituite da un forte senso di sconfitta.

In questo caso Larch, Gorse o Wild Rose che condividono il territorio della resa, possono dare un aiuto significativo per trasformare questa dinamica.

La depressione reattiva è conseguente alla presa di coscienza di quanti aspetti della propria identità, della propria immagine, del proprio potere decisionale e delle proprie relazioni sociali, sono andati persi.

Possiamo aggiungere Larch, Gorse, Wild Rose, Gentian, Mustard, Willow, Gorse, Sweet Chestnut, Heather, Chicory, Pine.

Elaborazione della separazione – fase 5 – l’accettazione

quando la persona ha avuto modo di elaborare quanto gli è accaduto, arriva ad un’accettazione della propria condizione e a una consapevolezza; durante questa fase possono sempre e comunque essere presenti livelli di rabbia e depressione, che però sono di intensità moderata. In questa fase la persona tende ad essere silenziosa ed a raccogliersi, fare bilanci. Inoltre sono frequenti momenti di profonda comunicazione con i familiari e con le persone che gli sono accanto.

Continuiamo con Walnut, Star of Bethlehem, Honeysuckle, Larch, Gorse, Wild Rose, Gentian, Mustard, Willow, Gorse, Pine. Le descrizioni specifiche di ogni fiore di Bach le trovi sul sito, seguendo il link in ognuno dei fiori. Se vuoi conoscere in maniera approfondita i fiori, puoi studiare con noi.

IMPORTANTE: come sempre scrivo negli articoli, questi sono fiori indicativi, non vanno assunti tutti indistintamente, ma è necessario valutare quali emozioni proviamo dentro di noi e valutare l’assunzione di uno o dell’altro. Se ritieni di avere necessità di un supporto, puoi richiedere una consulenza.

SI! MANDAMI I 3 VIDEO GRATUITI

INSERISCI IL TUO NOME E IL TUO INDIRIZZO MAIL PER RICEVERE GRATUITAMENTE I 3 VIDEO ESTRATTI DAL CORSO BASE, PRIMA DI DECIDERE SE ACQUISTARLO.

You have Successfully Subscribed!