Seleziona una pagina

Sweet Chestnut

Fiori di Bach per lo scoraggiamento e la disperazione

“Sweet Chestnut è per quelle persone che, talvolta, sono preda di un’angoscia così grande da sembrare insopportabile o pare che la mente o il corpo siano spinti al limite della resistenza e debbano cedere”.

Nome: Sweet Chestnut

Abbreviazione: SCH

Nome italiano: Castagno comune, Castagno

Nome botanico: Castanea Sativa

Parole chiave: Angoscia estrema, limite della sopportazione, disperazione, desolazione mista a inquietudine, sconforto, angoscia esistenziale.

Caratteristiche del Fiore: assistente / ultimi 19

Metodo di preparazione: Bollitura

Periodo di Fioritura: Maggio

Principio transpersonale: Rigenerazione

A COSA SERVE SWEET CHESTNUT:

Sweet Chestnut è utile nei momenti di forte cambiamento (che spesso si manifestano con angoscia). Il significato intimo di questo fiore di Bach è di permetterci di cambiare. Spesso però non vogliamo (o non siamo in grado) di lasciare andare le strutture mentali a cui siamo abituati e questo provoca un dolore che si manifesta con angoscia profonda e attacchi di panico.

 

COME SI SOMMINISTRA SWEET CHESTNUT:

Nell’urgenza aggiungere Rescue Remedy, Walnut, Elm (Tetraremei). Assumere diverse volte al giorno, secondo necessità (anche 10-12 volte).

Per un trattamento di fondo, considerare almeno un medio periodo (4-6 mesi) e aggiungere gli altri fiori di Bach scelti.

Caratteristiche psicologiche ed emozionali di Sweet Chestnut:

sweet chestnut fiori di Bachafflizione, alienazione, depressione, desolazione, disperazione, dolore di forte intensità emotiva vissuto nel silenzio, impotenza, inquietudine, isolamento, lutto, mancanza totale di punti di riferimento, morte interiore, perdita della fede, sensazione di aver toccato il fondo e di totale di abbandono, solitudine di fronte al proprio smarrimento interiore, tensione oltre il limite della sopportazione, vuoto persistente.

Angoscia, crisi esistenziale, oppressione, sconforto.

Relazione con il Sé: mancanza di accettazione del dolore, della componente di sofferenza, oppure del bisogno di cambiare. Forte attaccamento all’ego che porta dolore.

Il rimedio apporta: la capacità di accogliere il dolore e la trasformazione che ne consegue come parte integrante della vita stessa.

Sweet Chestnut nelle caratteristiche tipologiche (Type):

sweet chestnut fiori di BachÈ raro lo Sweet Chestnut tipologico, qui vale lo stesso discorso fatto per Star of Bethlehem. Di norma ci imbattiamo in una persona fortemente angosciata, in tensione, vicina o nel panico. Per questo tendiamo a pensare a questo stato come transitorio e raggiunto per via di un progressivo aumentare delle tensioni che non trovano alcuna risoluzione. Non c’è comprensione da parte della persona del proprio soffrire, non c’è interiorizzazione, quindi l’Anima continua a soffrire perché persistono gli estremi della sofferenza stessa.

La particolare lezione del momento presente è la nota dominante del nostro tipo. Le circostanze, l’ambiente e le persone tra cui si è posti indicano quale battaglia la persona deve affrontare. I nostri difetti e le nostre manchevolezze sono il contrario delle virtù cui aspiriamo. Spesso, in realtà, le qualità negative che abbiamo ricevuto per eredità sono esattamente quelle per eliminare le quali siamo venuti al mondo (Edward Bach).

Pensiamo ad un disagio forte come gli attacchi di panico che “apparentemente” non hanno una causa nota. La sofferenza è spinta a livelli estremi e non si può fare altro che soccombere. Cosa significa questo dal punto di vista della malattia? Se usiamo il concetto dualistico del bene e del male, siamo portati a pensare che la malattia sia una cosa brutta e cattiva da debellare. Se invece cominciamo a ragionare come ragionava Edward Bach, possiamo considerare la malattia come un consigliere del corpo che ci sta spingendo, urlando a gran voce, a cambiare il nostro atteggiamento. Nello specifico la persona Sweet Chestnut sta cercando disperatamente di far cessare il dolore, la sofferenza, probabilmente però senza voler abbandonare i vecchi schemi di pensiero che in realtà sono i veri responsabili del disagio stesso.

Chi ha bisogno di questa essenza, non di rado non riesce a lasciare andare i paradigmi che lo attanagliano, le scelte dell’Ego, anziché quelle dell’Anima. Non riesce ad ascoltare o reprime la voce interiore della coscienza che la spinge al cambiamento, ad adottare comportamenti evolutivi, anziché quelli statici che usa. Infatti spesso Sweet Chestnut si trova come conseguenza diretta di Agrimony che, nel sistema floreale, è il fiore di chi non ascolta il proprio tormento interiore, preferendo distrarsi con l’esteriorità, lo scherzo, il riso. Se ti trovi dentro ad una sofferenza così prepotente, probabilmente “devi” affrontare qualcosa che non vuoi vedere e cambiare il livello vibrazionale a cui vivi. Scopo di questo fiore è proprio favorire il passaggio ad un modello comportamentale più consono alle reali esigenze dell’Anima, del corpo causale, che sono i veri direttori d’orchestra.

L’intelligenza profonda del medico inglese è qui espressa benissimo. Non si sopprime mai il sintomo, si cerca la causa reale e ci si adegua ad essa. Sweet Chestnut fa esattamente questo. Se stai soffrendo e vuoi smettere di soffrire, hai bisogno di alzare la tua frequenza vibrazionale.

Attraverso queste forme di sofferenza intensa, l’Io si arrende di fronte a un Potere Superiore ed è capace di rinascere. È proprio in questo modo che la guarigione trasformatrice diventa possibile, perché quando anche l’anima è stata spinta fino ai suoi limiti diventa trascendente. Sweet Chestnut aiuta l’anima ad arrendersi e ad aprirsi a una nuova identità spirituale (Katz e Kaminski).

Sweet Chestnut come stato d’animo transitorio (Mood):

sweet chestnut fiori di BachL’angoscia è una delle parole chiave per Sweet Chestnut. L’angoscia (in tedesco Angst) è uno stato psichico cosciente di un individuo caratterizzato da un sentimento intenso di ansia e apprensione. Rappresenta una paura senza nome (Aspen) e le cui cause e origini sono apparenti ovvero non dirette o immediatamente individuabili. Per tale motivo questa non è semplicemente minacciosa, ma spesso anche catastrofica per l’individuo che la vive (Rock Rose – Sweet Chestnut).

A differenza della paura (Mimulus), in ambito psicoanalitico essa rappresenta ed è vista e percepita dall’Io come una situazione catastrofica, tale da mettere in crisi la capacità dell’Io di controllare e gestire le pressioni del Super Io e dell’Es. come è possibile notare da questa descrizione tratta da Wikipedia, nell’angoscia coesistono diversi stati riconducibili a diversi fiori. Per ciò che concerne Sweet Chestnut ci soffermiamo sull’estrema tensione che pervade il soggetto, riconducibile ad un comportamento di tipo “Fight or Flight” (combatti o fuggi), con tutti quei connotati fisici riconducibili ad una forte ansia che inabilita. Nello stato transitorio come per quello tipologico, la persona è chiamata alla responsabilità di cambiare Sé stessa in favore di una maggiore dialogo con l’intelligenza superiore che la governa e che scatena la sofferenza.


sweet chestnut fiori di BachInterazione con i problemi fisici:
angoscia profonda, D.A.P. (disturbo da attacco di panico), dolore per la perdita di un congiunto.

Consigli pratici per l’uso: se sei in uno stato Sweet Chestnut, ti consigliamo di leggere adeguatamente la presente scheda floreale e di tenere in considerazione anche gli altri fiori citati. Inoltre è bene assumere la soluzione floreale diverse volte al giorno,anche in misura di 8-12 volte (anche ogni una o due ore).

In caso di acutizzazioni dei sintomi, si può procedere con una assunzione ogni pochi minuti fino a che il disagio non sia passato e sempre è bene tenere in considerazione il Rescue Remedy o Rimedio d’emergenza.

Quali fiori somministrare insieme a Sweet Chestnut?

Sempre premesso che le ricette preconfezionate NON funzionano perché non rispondono alle reali necessità delle persone, ci sono però alcuni fiori più facilmente riscontrabili in questo caso. Sono:

 

  • Agrimony
  • Chicory
  • Gentian
  • Mimulus
  • Rock Rose
  • Scleranthus

Antesi – Sweet Chestnut – Tabella delle fioriture

GENNAIO

FEBBRAIO

MARZO

APRILE

MAGGIO

GIUGNO

LUGLIO

AGOSTO

SETTEMBRE

OTTOBRE

NOVEMBRE

DICEMBRE

Sweet Chestnut

Presenza sul territorio

Fagaceae

SCHEDA DI Castanea sativa Mill.

Forma biologica

P scap – Fanerofite arboree. Piante legnose con portamento arboreo.

Tipo corologico

SE-Europ. – Soprattutto nella regione Carpatico-Danubiana.

Esoticità: Indigena

Protezione: Entità non protetta

Utilizzi: commestibile – forestale – entità poco allergenica

Etimologia

Castanea: [Fagaceae] dal nome latino del castagno, probabilmente derivato da Kastanáia villaggio della Tessaglia famoso per le sue piante

sativa: (Allium, Lactuca, Medicago, Oryza, Vicia, Avena, Camelina, Cannabis, Castanea, Coriandrum, Crocus, Dipsacus, Eruca, Lathyrus, Lepidium, Pastinaca, Pisum, Raphanus ecc. ecc.) da satum seminato, piantato (participio passato di sero seminare, piantare): che si semina o pianta, coltivato, domestico

Fonte: Actaplantarum

Sweet Chestnut – Galleria fotografica

Per te subito

INSTILLA

Il nostro E-book più letto

Oltre 140 pagine

Scaricalo Subito!

Più di 4000 Download!

SCARICA I VIDEO GRATUITI

Inserisci il tuo nome e la tua e-mail per ricevere subito i video Gratuiti che ho riservato per te!

Grazie...

SI! MANDAMI I 3 VIDEO GRATUITI

INSERISCI IL TUO NOME E IL TUO INDIRIZZO MAIL PER RICEVERE GRATUITAMENTE I 3 VIDEO ESTRATTI DAL CORSO BASE, PRIMA DI DECIDERE SE ACQUISTARLO.

You have Successfully Subscribed!