Seleziona una pagina

Condividi sui Social

fiori di Bach per la paura

A una prima analisi i fiori di Bach per la paura sono cinque, quelli della categoria della paura, ovviamente.

E sono stati definiti in questo modo:

  • Mimulus – per le paure delle cose del mondo, la malattia, il dolore, gli incidenti, etc.
  • Aspen, per la paure vaghe, sconosciute, alle quali non c’è nessuna spiegazione.
  • Rock Rose, rimedio d’emergenza. Per il terrore, gli incidenti …
  • Cherry Plum, per le paure della mente sovraffaticata che teme di fare cose orribili …
  • Red Chestnut, per le paure che accada agli altri qualche sventura

Quando analizziamo questi fiori, ci rendiamo conto che Mimulus è per il timore anticipatorio e Rock Rose è per il terrore nel momento presente, ad esempio. Che Aspen e Cherry Plum condividono un territorio che è quello delle paure irrazionali, ci torneremo tra un attimo. E Red Chestnut invece, solo soletto, si occupa di quelle persone che temono fortemente per gli altri. Mamme troppo apprensive che hanno spostato le loro paure sui figli, ad esempio.

Di Aspen e Cherry Plum dicevano che sono strettamente connessi nella gestione delle paure irrazionali o immateriali, a cui aggiungiamo Sweet Chestnut che, ad esempio, non appartiene alla categoria dei fiori di Bach per la paura. Questa triade (Aspen, Cherry Plum, Sweet Chestnut) condivide uno spazio di lavoro in cui coesistono diversi aspetti di quelle paure irrazionali di cui spesso siamo facili prede e che a volte conducono agli attacchi di panico e al sequestro emozionale (ne ho parlato in questo articolo).

Sweet Chestnut NON appartiene alla categoria dei fiori della paura, tuttavia le sue indicazioni ci portano a pensare che l’essere “preda di un’angoscia così grande” (come anche in Star of Bethlehem) generi o comprenda uno stato di paura tale da perdere il controllo, ambito territorio di Cherry Plum.

Allo stesso modo in Aspen, “il paziente può essere terrorizzato da qualcosa di tremendo che sta per accadergli” e anche questo può sfociare in Cherry Plum, ovvero nella perdita di controllo.

È necessario che si comprendano bene le aree d’azione dei vari fiori e allo stesso tempo non dobbiamo temere di associare più rimedi perché, ancora una volta, il punto importante è questo: “per quanto incredibile possa sembrare, sollevare il paziente dallo o dagli stati d’animo presentati in questo sistema, e il paziente starà meglio”. (Edward Bach – conferenza a Wollingford – 24 settembre 1936)

Tutto il sistema di Bach si fonda sulla paura, che lui definiva “il Grande carceriere”, molti fiori hanno infatti, aspetti connessi con la paura anche se non rientrano in questa categoria.

Illustrazione della paura, da L'espressione delle emozioni nell'uomo e negli animali di Charles Darwin.

Illustrazione della paura, da L’espressione delle emozioni nell’uomo e negli animali di Charles Darwin.

Le paure in fondo, sono specchi dentro ai quali l’Anima può vedere sé stessa e riconoscersi per crescere. Per questo è molto utile fare i conti con le proprie paure, affinché (come si dice in un poema sufi), quando arriverà l’Oste a tirare la riga, l’Anima possa essere in pace. Quando è su questa terra, l’Anima sa di essere incarnata in uno stato transitorio e anche se noi spesso ce ne dimentichiamo, ella sa che vi è certezza della morte. La paura quindi è talmente implicita nell’essere umano, che a volte per tentare di scacciarla si ricorre ai tentativi più assurdi e infausti, come quello di sembrare sempre giovani, o il divertirsi senza sosta.

Immagine da: Lison ha paura di: Perrine Ledan e Lotte Braüning

Immagine da: Lison ha paura di: Perrine Ledan e Lotte Braüning

Abbiamo già citato Sweet Chestnut che agisce su un forte stato d’angoscia al presente e Star of Bethlehem che agisce invece sulle tracce che l’angoscia ha lasciato (i traumi).

E se anche le paure “ufficiali” sono solo cinque nel sistema bachiano, altri fiori hanno a che fare con la paura, pur se conducono a reazioni differenti. Qualche esempio:

  • Elm ha paura di non riuscire e quindi si deprime
  • Oak ha paura di non riuscire e quindi persevera fino a logorarsi
  • Larch ha paura di riuscire invece, e quindi si deprime
  • Pine ha paura di assumersi la responsabilità e quindi si attribuisce la colpa
  • Heather ha paura della solitudine e quindi cerca compagnia
  • Centaury ha paura dell’abbandono e quindi non dice mai di no
  • Agrimony ha paura del suo lato ombra e quindi ride e scherza fingendo indifferenza
  • Gorse ha paura che niente potrà più aiutarlo e quindi getta la spugna
  • Honeysuckle ha paura di perdere il ricordo di grandi tempi passati e quindi non vive più il presente
  • White Chestnut si riempie la testa di timori da cui non riesce più ad uscire

Potremmo continuare. Ovviamente questa speculazione serve a farti capire una cosa ben importante: ovvero che quando non esprimiamo l’Amore che abbiamo dentro di noi, allora lasciamo spazio alla crescita della paura che poi ognuno esprime secondo le sue personali caratteristiche. Hai notato che nella vita ci sono momenti in cui si ha paura di tutto?

Spesso accade perché stiamo cambiando le nostre percezioni sul mondo, stiamo ampliando la nostra zona di comfort, ma di questo parleremo in un altro articolo, e questo ci porta ad affacciarci sulle nostre paure. In questi casi la soluzione migliore che possiamo adottare è imparare a sviluppare la nostra resilienza, ma anche di questo parleremo un’altra volta.

Se sei all’inizio del tuo cammino con i fiori di Bach, oltre a scaricare i nostri E-book gratuiti iscrivendoti alla Newsletter con il form in qui basso oppure in alto a destra, puoi iniziare ad assumerli seguendo le categorie dei fiori, per poi ampliare il tuo pensiero come stiamo facendo oggi in questo articolo. Se sei già un conoscitore o un terapeuta, cerca sempre di capire in te o nella persona se il suo comportamento è mosso dalla paura e, in quel caso, cerca di capire da quale tipo di paura. Potrebbe essere che la paura ti spinga a deprimerti o a bere o a cercare compagnia.

Fermo restando che i fiori per la paura siano quelli elencati, non temere di trascendere i confini, per capire meglio e più a fondo.

Condividi sui Social

SI! MANDAMI I 3 VIDEO GRATUITI

INSERISCI IL TUO NOME E IL TUO INDIRIZZO MAIL PER RICEVERE GRATUITAMENTE I 3 VIDEO ESTRATTI DAL CORSO BASE, PRIMA DI DECIDERE SE ACQUISTARLO.

You have Successfully Subscribed!