Seleziona una pagina

Condividi sui Social

fase della vergine ciclo mestruale

Come ho spiegato nel mio precedente articolo che trovi QUI, il ciclo mestruale di noi donne è composto di 4 fasi principali, ognuna delle quali collegate alle 4 fasi mensili della luna.

In questo nuovo articolo parleremo più nello specifico della prima di queste fasi, quella della Vergine. Al termine dell’articolo, troverai una meditazione pensata per aiutarti in questa fase del ciclo, per cui assicurati di leggerlo per intero, per comprendere a fondo la dinamica che andremo a trattare.

Per una donna è di vitale importanza conoscere se stessa, come funziona il suo corpo, la sua mente, e soprattutto il suo apparato genitale.

Molte delle malattie ginecologiche esistenti oggi derivano dalla mancata conoscenza dei propri organi e dell’importanza che essi rivestono nell’equilibrio psico-fisico di noi donne.

A scuola, qualche volta, ci insegnano l’anatomia dell’apparato genitale, e questo è bene, perché è utile sapere come siamo fatte fisicamente, ma il corpo fisico è solo uno dei diversi corpi di cui siamo costituiti. Come farebbe il corpo fisico a camminare, mangiare, ridere, piangere, emozionarsi se non ci fosse un’energia di base che “anima” tutto? Senza questa energia il corpo fisico sarebbe un ammasso di materia inanimata.

Noi tutti siamo fatti di un corpo fisico e di un’anima che contiene le nostre emozioni, le nostre sensazioni, i nostri pensieri, le nostre memorie; tutte queste parti non visibili, ma altamente percettibili, contribuiscono al benessere o al malessere del nostro corpo fisico.

Così accade anche per il ciclo mestruale di noi donne, per cui è bene conoscerne la struttura anatomica, ma ancora di più il suo funzionamento a livello emozionale, mentale, causale.

Le popolazioni tribali antiche possedevano una profonda conoscenza dell’anima e di quanto essa contribuisca alla nostra salute fisica, perciò consideravano il ciclo mestruale come un dono naturale e sacro che la donna possiede, perché è proprio attraverso di esso che è in grado di concepire una nuova vita con l’aiuto dello spermatozoo prescelto, e di ospitare e far crescere questa vita per nove mesi nel proprio ventre.

Essi consideravano la donna come un essere sacro, e in tal modo la donna veniva trattata, potendo offrire il meglio di se stessa grazie alla conoscenza e alla consapevolezza di chi era.

Con il sopraggiungere della cultura patriarcale, la donna è stata privata della sua sacralità poiché l’immenso potere che essa possiede dava fastidio a un maschile profondamente insicuro che ha usato la propria forza per imporsi. La donna ha cominciato, allora, a svalutarsi, a perdere le conoscenze che possedeva e a delegare il suo benessere al maschile, portando ai risultati che vediamo oggi: guerre, disastri ecologici, malattie, dolore, dipendenze di ogni tipo.

Affinché si possa ricreare una società e una popolazione sane, è estremamente urgente che la donna riacquisti il ruolo che ha perso secoli fa, che riconosca chi è, e che ritorni ad amarsi per la sua essenza femminile. Solo così potremo tutti ritornare a vivere in armonia e in equilibrio con un maschile sano, forte e di cuore.

Ecco perché, per riacquisire le antiche conoscenze dimenticate, dobbiamo ripartire dalle radici, ossia dal ciclo mestruale, e fare la conoscenza e l’esperienza delle 4 fasi collegate alla luna, proprio per comprendere meglio come funzioniamo.

La fase della Vergine è costituita dai giorni, all’incirca 13-14, che seguono la mestruazione.

Tutte noi, in condizioni di salute, abbiamo sicuramente sperimentato quel senso di leggerezza e di rinnovamento che si può avvertire al termine della mestruazione.

Questo momento è definito “della Vergine” proprio perché le energie che possiamo sperimentare ed esprimere rappresentano questo archetipo; questa fase corrisponde anche all’adolescenza e alla giovinezza dei primi anni di sviluppo mestruale dopo il menarca.

E’ una fase che trova corrispondenza con le energie della primavera, proprio il periodo dell’anno a cui stiamo andando incontro, il periodo della rinascita della natura; ecco perché noi donne siamo anche strettamente connesse alla natura, oltre che alla luna e ai suoi quarti.

fase della vergine ciclo mestruale

La fase della Vergine corrisponde al primo quarto dopo la luna piena, alla fase pre-ovulatoria.

Questo è il momento in cui il corpo inizia a prepararsi all’ovulazione, in cui i livelli ormonali cominciano ad aumentare per la stimolazione dei follicoli ovarici affinché l’ovulo possa maturare.

Tutto questo processo avviene grazie alla ghiandola pituitaria o ipofisi, una ghiandola che è strettamente legata energeticamente al sesto chakra, il centro della visione. Va da sè che se la nostra visione della vita e di noi stesse è deviata, anche i livelli ormonali potranno risultare compromessi. In questo caso, potremmo ricorrere all’aiuto di alcune essenze floreali, in particolare di Walnut, che ci aiuta a predisporci al meglio ad ogni tipo di cambiamento, e a Cerato, rimedio importantissimo per sviluppare una sana visione degli altri e di noi stessi; Cerato è un grande aiuto per riuscire ad attingere alla nostra saggezza interiore, al nostro intuito, che ci indica sempre qual è la cosa giusta per noi stesse.

Anche le ovaie sono delle ghiandole che secernono ormoni ed esse risiedono nel secondo chakra, collegato al piacere, alle emozioni, alla sessualità; un trauma può portare allo squilibrio del 2° chakra, e noi donne ne abbiamo alle spalle tanti di traumi, a volte non vissuti personalmente, ma appartenenti all’inconscio collettivo. Perciò è bene cercare di cicatrizzare queste ferite energetiche e fisiche, e quale rimedio migliore se non Star of Bethlehem, un’essenza consolatoria e di grande supporto per guarire i blocchi energetici che uno o più shock creano.

Quando il secondo chakra è sbilanciato, è molto probabile che la donna non si trovi nel suo potere interiore creativo, specialmente quando assume un atteggiamento più maschile che femminile e le ovaie, in questi casi, iniziano a produrre una quantità maggiore di testosterone a discapito del progesterone. L’irregolare produzione di testosterone, che è un ormone maschile, può provocare a lungo andare il cosiddetto ovaio policistico oppure cisti ovariche che compromettono la fertilità e portano con sé dolori fisici. In questi casi consiglio sempre alle donne che seguo di eseguire degli impacchi quotidiani di argilla verde ventilata sulla zona della pancia corrispondente alle ovaie, poiché l’argilla è un ottimo antinfiammatorio e aiuta a riassorbire le cisti. All’impacco possono essere aggiunti alcuni fiori: sempre Star of Bethlehem, Vine come propone Orozco rispetto alla cura delle cisti, Vervain, Holly o Willow come antinfiammatori; Rock Water e Oak per la rigidità; Chicory e Heather per lasciar andare. Questi alcuni esempi, ma la scelta va sempre eseguita caso per caso.

In condizioni di salute, il follicolo matura producendo estrogeni, gli ormoni che stimolano il seno e le pareti dell’utero. In questa fase avviene anche l’ispessimento dell’endometrio, operazione dove vi è una partecipazione dello stomaco, del fegato, dei reni e della milza che convogliano il sangue verso l’utero. Se il sangue non è pulito, questo comprometterà la qualità del sangue mestruale e la mestruazione stessa. E’ importantissimo quindi che l’alimentazione, i pensieri, i ritmi quotidiani e le emozioni siano sani, affinché il tutto avvenga armoniosamente. Bere qualche goccia di Crab Apple in acqua, associato a uno stile di vita sano, può favorire la depurazione del nostro sangue, sempre che non ci siano blocchi emozionali importanti che, in ogni caso, “inquinano” le nostre cellule. In tal caso bisognerà valutare nello specifico la situazione da trattare con gli opportuni Fiori di Bach.

fase della vergine ciclo mestruale

Abbiamo detto che la fase della Vergine corrisponde alla giovinezza, alla primavera; è un periodo favorevole per iniziare nuovi progetti, per espandersi e fiorire.

L’energia è rinnovata, luminosa! E’ il momento in cui si riacquista fiducia e gioia nella vita, dopo la morte simbolica avvenuta durante il periodo del sanguinamento, quello della Strega, di cui parleremo in un successivo articolo.

Durante questa fase, in condizioni di salute e di consapevolezza, si possiede maggiore energia fisica e si potrebbe avere bisogno di meno ore di sonno. La sessualità viene vissuta con frivolezza e leggerezza e la donna può sentirsi più sensuale e coinvolgente. Come afferma Miranda Gray “il primo atto sessuale dopo la mestruazione rinnova il legame tra la donna e il suo partner, ricordando il loro primo incontro“. Che meraviglia…

Il potere interiore qui si esprime attraverso il dinamismo, l’indipendenza, la socializzazione e la comunicazione; tutto ciò si manifesta in ogni ambito della vita, anche nell’abbigliamento e nella scelta dei suoi colori.

La fase della Vergine possiede un’energia maschile Yang interiore predominante rispetto a quella femminile Yin. Ciò non vuol dire che sia giusto o sbagliato, bello o brutto, ma che semplicemente, attraverso le fasi, noi esprimiamo entrambi i lati di noi, quello maschile e quello femminile, che ci appartengono parimenti.

Se una donna non riesce a percepire la fase della Vergine, probabilmente cerca di attenersi troppo a ciò che vogliono le convenzioni sociali, reprimendo la propria natura. Se così fosse, è bene cercare di ascoltarsi profondamente e cominciare a cercare ciò che sentiamo davvero dentro di noi, anziché dare più importanza a ciò che gli altri si aspettano di vedere in noi. Ecco che allora le essenze floreali adatte ci potranno supportare in questo processo di guarigione; ad esempio, ancora Cerato ci aiuterà a centrarci sulla nostra saggezza interiore, Centaury ci permetterà di dire qualche sano “no” senza sentirsi colpevoli, mentre Pine aiuterà Centaury ad allontanare il senso di colpa e Oak ci permetterà di mettere da parte un esagerato senso del dovere, così come Elm aiuterà a delegare agli altri i troppi impegni che ci siamo assunte. Chicory consentirà di evitare di intromettersi troppo nelle faccende altrui e Heather allontanerà il senso di solitudine che potrebbe affiorare. Se poi ci siamo abituate ad indossare delle belle maschere che nascondono a noi stesse e agli altri la nostra vera essenza, Agrimony contribuirà a lasciar andare quel tormento nascosto e ad essere più spontanee.

Ugualmente, la fase della Vergine non dovrà predominare sempre, altrimenti si andrà incontro a uno squilibrio, a un’esagerata ambizione, a un fare troppo a discapito del riposo, a un atteggiamento magari troppo maschile per la nostra essenza femminile. In questi casi i fiori Vine, Rock Water, Vervain e Oak possono essere di grande supporto per riportare in equilibrio le nostre tendenze maschili e femminili, insieme al fiore Scleranthus, ottimo anche per regolarizzare un ciclo mestruale non “puntuale”.

Tutto deve tendere sempre all’equilibrio per ottenere l’armonia.

Potete comprendere ora quanto è importante conoscere se stesse per accettarsi, amarsi e rapportarsi in modo sano con chi ci circonda, così come è importantissimo per noi donne connetterci con la luna e con Madre Natura, poiché sarà proprio attraverso il contatto e la comunicazione con essa che risaneremo noi stesse e Lei, e utilizzare i Fiori di Bach è un bellissimo metodo per entrare in contatto con le energie della Madre Terra, e anche del Padre Cielo.

Ogni fase necessita delle sue attenzioni e delle sue peculiarità. Noi donne siamo cicliche; non potremmo essere altrimenti, e un uomo che conosce e riconosce queste fasi nella propria compagna, comprenderà molto meglio la sua natura e saprà rapportarsi adeguatamente, elevandosi a giudizi o resistenze che fino ad ora hanno prevalso nelle nostre relazioni.

Qui trovi la Meditazione per la fase della Vergine, che ti guiderà ad armonizzare le dinamiche di questa fase del ciclo mestruale (ascoltala in cuffia – puoi anche effettuare il Download).

Meditazione per la fase della Vergine:

Se ancora non sei iscritta alla nostra Newsletter, ti stai perdendo una marea di contenuti gratuiti che potranno aiutarti a crescere con i fiori di Bach.
Cosa aspetti? Iscriviti ora!

Scarica subito Instilla

l’ebook di oltre 140 pagine

che ti farà scoprire i 38 fiori di Bach

 

- come Funzionano

- su cosa Agiscono

- come Usarli al meglio

Informativa Privacy *

Condividi sui Social