Condividi sui Social

Quattro anni fa ho ideato la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®.

Ma non mi sono svegliato una mattina gridando Eureka! O forse si.

Diciamo che la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® è una confluenza di molti elementi.

Dentro ci troverai i Fiori di Bach, la Mindfulness, la pratica meditativa, i miei studi sulla natura umana, l’esperienza terapeutica dell’accompagnare le persone alla crescita.

Andando un poco oltre la superficie, troverai te stesso.

Perché la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® è uno specchio.

Ti spinge a guardarti dentro per vedere cosa c’è.

Ma procediamo per ordine.

Ho scritto 4 articoli per riassumere la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®.

In questi articoli parleremo nell’ordine di:

la filosofia alla base della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®

la struttura della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®

gli scopi della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®

gli strumenti della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®

Spiegazioni più corpose le troverai nel mio primo libro:

Trasforma il tuo Albero Genealogico con i Fiori di Bach

La filosofia alla base della Floriterapia Transpersonale Evolutiva® 

Dopo molti anni nell’uso dei Fiori di Bach, prendendo coscienza come essere umano, mi sono accorto che l’utilizzo che normalmente facciamo dei Fiori di Bach è davvero estremamente limitato.

Moltissimi terapeuti difendono a spada tratta, con il coltello tra i denti e una rabbia da Holly (HOL) – Vervain (VER) la loro posizione di strenui difensori del “Metodo Originale di Edward Bach”, e con questo non intendo solamente la famigerata “Simplicity” del Bach Centre, ma più in generale ogni terapeuta che sostiene fervente che i Fiori di Bach vadano usati solo sul sintomo che appare evidente al momento del consulto.

Questa visione è miope come Brad Pitt.

Si, care donne, Brad Pitt è bellissimo ma non ci vede una ceppa di niente.

Non c’entra.

Somministrare i Fiori di Bach solamente sul sintomo emozionale evidente non solo NON presuppone una terapia, ma ha palesi limitazioni temporali.

Già studiando con Orozco, oltre dieci anni fa, appresi a modellare il lavoro sulla base della durata del rapporto terapeutico con il cliente.

Ci sono fiori che vengono inseriti per la contingenza e, all’inizio del rapporto, sono i più numerosi. 

Man mano che si procede, emergono i lati caratteriali più marcati, quelli che ti accompagnano per tutta la vita e ti dicono chi sei.

Attenzione però: chi sei può cambiare e anche molto.

Quando iniziai ad assumere i Fiori di Bach ero un trentenne incasinato con una vita di pesanti traumi alle spalle che inficiavano le mie giornate e la mia disorganizzazione era tale che Scleranthus era uno dei fiori che per 6-7 anni non ho tolto dal bouquet di fiori che assumevo.

È stata dura.

Ma se mi volto indietro e guardo i profondi cambiamenti che ho fatto, oggi so che questa stampella floreale mi ha davvero aiutato cambiare vita.

Seguimi in questo ragionamento.

Ho preso per 6-7 anni Scleranthus (SCL), Cherry Plum (CHP), Mustard (MUS) e pian piano, con un assiduo lavoro interiore fatto di fiori e di Tecniche energetiche (EFT, Logosintesi, TAT, Dermoriflessologia® per citarne alcune) i miei traumi infantili sono venuti a galla come bolle di sapone.

È stato un lavoro lungo, a tratti durissimo da sopportare, in cui di volta in volta con le somministrazioni floreali favorivo l’emergere e il digerire le tematiche dolorose.

Ma io sono un kamikaze floreale.

Per me il lavoro interiore è il fulcro della vita.

Non per tutti è così.

C’è che non ci arriva se non è guidato, c’è chi non ha tutta questa voglia, c’è chi ha bisogno di sostegno.

La Floriterapia Transpersonale Evolutiva® non nasce per gli studenti, nasce per soddisfare un bisogno interiore.

Il mio.

Il mio personale bisogno di andare più in profondità

Di cogliere il senso nascosto delle cose.

Di capire il perché della sofferenza che mi attraversava.

Di crescere.

Per questo la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® non è normale floriterapia.

È un insieme coerente di strumenti con al centro i Fiori di Bach.

Nel logo, attraverso i simboli, è spiegato al meglio.

 Da pulcino spiumato e floriterapeuta in erba comprendo, con gli anni di lavoro attraverso le tecniche energetiche, che i traumi (e più in generale tutti gli eventi che hanno a che fare con Eros e Tanathos) sono le colonne portanti della nostra mente.

E la nostra mente è la colonna portante della nostra vita.

Mente in senso esteso.

Esempio: se tu pensi che non ti fidi degli uomini perché hai avuto brutte esperienza con il genere maschile, o un padre assente, la tua mente pensa per te.

Tu non puoi fare altro che credere a quella “mente” e reagire con le tue azioni.

Se vuoi elaborare questo modello di pensiero con i Fiori di Bach lo puoi fare, ma ci vuole molto tempo, pazienza, capacità di non disperderti, costanza.

E se la vita ti trafigge con degli stiletti affilati ogni volta che ti muovi, la costanza non è per niente facile.

Con la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® ho completamente rivoluzionato il modello floreale.

Non solo usiamo i Fiori di Bach nella contingenza per trattare le emozioni che emergono.

Questo la fanno tutti.

Usiamo i fiori per provocare l’emersione delle emozioni difficili.

E questa è solo la punta dell’Iceberg.

Ma partiamo da qui.

Immagina che la tua mente sia un lago calmo e profondo.

Se vivi un trauma, un litigio, o qualsiasi evento che increspa le acque, emergono le emozioni disagevoli.

Tu queste emozioni non le vuoi.

Vorresti che se ne andassero il prima possibile.

L’ansia non la vuoi. La tristezza non la vuoi. La rabbia non la vuoi.

Allora vai dal tuo floriterapeuta in erba e gli chiedi:

“per favore mi dai i fiori di Bach che mandino via queste emozioni che non voglio proprio?”

E il floriterapeuta in erba fa il cameriere e ti serve su un piatto una fantastica miscela che rimuoverà tutti i tuoi disagi. Abracadabra.

Non funziona così. Questa spesso è mania di protagonismo che tradisce immaturità.

E con la sola imposizione delle mani, posso ungerti la giacca e la cravatta insieme.

Nella realtà, i Fiori di Bach ti mettono in contatto con le tue emozioni profonde disagevoli in modo che tu possa trovare un equilibrio nuovo rispetto a quel disagio.

Le emozioni negative NON scompaiono.

Quando si armonizzano è perché interiormente tu cambi il tuo rapporto con esse.

E i Fiori di Bach sono armonizzatori rispetto a quelle emozioni.

Questo significa che fanno il lavoro sporco di connetterti con l’inconscio superiore, ovvero con quella parte di te, sempre presente ma non sempre collegata, che comprende le qualità dell’anima:

la gentilezza al posto dell’odio, la comprensione anziché l’isolamento, e così via.

La domanda che mi sono posto, a cui arrivano in pochi, è la seguente:

“Se l’azione dei fiori è di stimolare il contatto con le qualità dell’anima, e per fare questo ti fanno prendere contatto con le emozioni sgradevoli, allora posso usare i Fiori di Bach solo nel sintomo, oppure la loro azione ha uno spettro più ampio e posso contattare la rabbia anche quando non è presente nella contingenza?”

Continua a seguire la metafora.

I Fiori di Bach sono acqua informata con un messaggio.

Il corpo umano è composto per il 60% di acqua.

Il corpo e la psiche comunicano in continuazione per via della propriocezione, delle sensazioni.

Cosa succede se tu prendi una goccia d’acqua e la fai cadere in un lago?

Si disperde, diventa parte del lago, ma aggiunge al lago la sua personale informazione che da quel momento in poi, non sarà più il lago di prima, ma un nuovo lago, arricchito della presenza di quella goccia.

Se usi i Fiori di Bach con la normale floriterapia stai facendo questo.

Ma lavori in superficie.

Non stai lavorando in profondità.

E la profondità qual è?

È la forma della mente, data dalla sua conformazione, ovvero dai traumi e dagli episodi che l’hanno segnata e quindi costruita.

“Allora come faccio a prendere questo stimolo a muovere le emozioni dato dai Fiori di Bach e portarlo fin dei più profondi recessi dell’Anima?”

Con l’intento.

Poniamo il caso che il rapporto con tua madre ti genera un certo tipo di reazioni emotive di disagio.

Se ci litighi tutti i giorni, vai dal tuo floriterapeuta in erba e gli chiedi una miscela per tollerare tua madre.

Ti darà Beech (BEE), Holly, Centaury (CEN) e non è mai stato così lontano dalla soluzione.

Vista la profondità e l’ampiezza del lago, anche versando quattro gocce quattro volte al giorno, quanto tempo ci vorrà per cambiare completamente l’acqua di quel lago?

(sembrano quei problemi di matematica delle elementari: se hai una vasca da 80 litri e versi mezzo litro al minuto, quanto tempo ci vorrà per riempire la vasca?)

“Se invece tu prendi il messaggio dei Fiori di Bach, bypassi l’assunzione orale andando direttamente al fulcro della relazione con il conflitto (per questo in Floriterapia Transpersonale Evolutiva® mettiamo i Fiori di Bach nell’ombelico) e porti il tuo intento a sondare la mente per far emergere gli irrisolti, capisci che stai facendo un lavoro di un livello straordinariamente più elevato perché immensamente più profondo”.

Questo lavoro è contemporaneamente mirato ed espanso, perché utilizziamo comunque la somministrazione orale, in quanto indispensabile, e con le MED con i Fiori di Bach nell’ombelico, ci connettiamo con i nodi conflittuali irrisolti per far emergere le emozioni nascoste e rielaborarle.

Quindi anche se la superficie del lago è calma, questo non significa che non ci siano correnti sotterranee.

Giusto?

Se vuoi affrontare in profondità queste correnti per armonizzarle e capire come esse influenzano la tua vita, la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® è la risposta che stai cercando.

Le Costellazioni Floreali® sono la sfera della Floriterapia Transpersonale Evolutiva® che si occupa la trasformazione dell’albero genealogico.

E quanto funziona bene lo testimoniano anni di esperimenti, percorsi validati, successi, testimonianze di studenti.

Perché come dicevo all’inizio, la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® è uno specchio.

Ti spinge a guardarti dentro per vedere cosa c’è.

Se questo ti fa paura, è normale, ma sappi che non solo ho ideato un metodo di lavoro interiore per andare a cogliere gli aspetti di cui abbiamo parlato, ma ho anche costruito tutte le strutture atte a far si che questo metodo funzioni per la maggior parte delle persone.

Ma quali sono le strutture sulle quali lavora la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®?

Lo scopriremo nel prossimo articolo:

la struttura della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®

(Per approfondire gli argomenti puoi cliccare i titoli in azzurro)

Scarica

Subito

l'ebook

gratuito

 

Instilla

l’ebook di oltre 140 pagine

che ti farà scoprire

i 38 fiori di Bach.

 

- Come Funzionano

- Su cosa Agiscono

- Come Usarli al meglio

Informativa Privacy *

Condividi sui Social

00
Months
00
Days
00
Hours
00
Minutes
00
Seconds

The Black Friday Deals

SHOP BEFORE OUR

SALE ENDS....