dismenorrea fiori di Bach

Dismenorrea e fiori di Bach

La dismenorrea o mestruazione dolorosa è un’alterazione mestruale, accompagnata da disturbi generali o locali e da dolori, che interessano in genere la regione pelvica e l’addome. La mestruazione dolorosa affligge moltissime donne in fase di ciclo mestruale e nel 30% circa dei casi può impedire le normali attività quotidiane, costringendo a letto per più ore o giorni le donne interessate. In questo articolo Dismenorrea e fiori di Bach verranno messi in relazione per trovare un’efficace percorso terapeutico.

I sintomi possono essere legati a disturbi dell’apparato riproduttivo, come l’endometriosi, l’adenomiosi, fibromi uterini, infezioni o stenosi (restringimenti) della cervice uterina, che comunque andrebbero verificati con il supporto medico.

Sconsigliamo l’assunzione dei soli fiori di Bach senza aver compreso altri eventuali disturbi.

È sempre importante conoscere il disagio che ci affligge e poi scegliere in quale modo affrontarlo.

A scatenare i dolori sono le contrazioni dell’utero promosse dalle prostaglandine, molecole associate all’infiammazione. Secondo molti esperti quando sono intense queste contrazioni restringono i vasi sanguigni che irrorano all’utero, privandolo di ossigeno per un breve periodo.

Dismenorrea e fiori di Bach – Contesto

La dismenorrea è caratterizzata da un dolore di tipo crampiforme e colico (ossia con momenti di maggior sofferenza e momenti in cui il dolore è minore) che colpisce la parte bassa dell’addome. La sintomatologia dolorosa può estendersi alla parte bassa della schiena e agli arti inferiori e può essere associata a nausea, vomito, vertigini, sudorazione intensa ed episodi diarroici.

Vi sono due diverse forme di dismenorrea: quella primitiva (o primaria, che appare nelle donne che non hanno mai partorito) e una forma secondaria (frequente nelle donne che hanno già partorito).

Nel caso della dismenorrea primaria in genere i dolori iniziano 1 o 2 giorni prima delle mestruazioni e durano per 12-72 ore, si riducono con l’avanzare degli anni e possono scomparire dopo la prima gravidanza. Nel caso, invece, della dismenorrea secondaria il dolore può iniziare prima e durare più a lungo e di norma non è associato ad altri sintomi.

Il trattamento della dismenorrea con i fiori di Bach a nostro avviso, può essere suddiviso in due fasi:

  • Fase A) Dal termine della mestruazione a 3-4 giorni prima di quella successiva
  • Fase B) Da 3-4 giorni prima della mestruazione al termine della stessa

dismenorrea e fiori di Bach

Dismenorrea e fiori di Bach – Fase A – Asintomatica – Trattamento di fondo

Durante questa fase lavoreremo sul terreno con un trattamento di fondo. Ciò si rende necessario perché non possiamo limitarci a pensare che sia importante intervenire solamente sul dolore. Dobbiamo iniziare a ragionare sulle condizioni che ci spingono poi a provare dolore.

L’argomento Dismenorrea e fiori di Bach è ampio ed è sicuramente riduttivo trattarlo in questa sede perché, come sempre ripetiamo agiscono a livello sottile non solo sulle emozioni, che sono la conseguenza di come noi viviamo il mondo esterno, di come ci sentiamo rispetto a ciò che ci succede, per cui le formule preconfezionate sminuiscono non i fiori di Bach, ma gli esseri umani, perché è impossibile pensare che due esseri umani di fronte alla stessa situazione reagiscano in modo identico e non sono in grado di arrivare MAI a fondo del problema, perché un trattamento per essere serio deve evolvere con l’evolvere della comprensione del problema stesso.

Non affidarti alle formule preconfezionate. Ragiona. Ascoltati.
I fiori emergeranno da soli.

Il trattamento di fondo per la dismenorrea e fiori di Bach può essere fatta con una rosa di fiori che vadano a lavorare i diversi aspetti che possono emergere in relazione al provare dolore durante il ciclo mestruale, vediamoli, con la consapevolezza che sono indicazioni e che andrebbero perfezionate per ognuna.

Dismenorrea e fiori di Bach – fiori di Base – Fase A – Asintomatica – Trattamento di fondo

Chicory: è l’essenza floreale femminile per eccellenza: ci insegna a lasciare andare, a liberarci dal peso di voler trattenere. Possiamo trattenere, le emozioni, come se fossero un’energia densa, tratteniamo la femminilità e questo trattenere viene somatizzato dal corpo che provocherà poi le contrazioni. Chi trattiene, di solito lo fa, perché ha inconsciamente paura di lasciare andare. Questo è solo uno spunto, usalo come meglio ti aggrada. Inoltre è importante considerare che spesso la Dismenorrea arriva come segnale di mancanza di accettazione della femminilità. Chicory è imprescindibile in ogni disturbo ginecologico proprio perché aiuta a integrare gli aspetti del femminile.

Scleranthus: Questo fiore lavora sull’alternanza, sulla ciclicità, sullo sfasamento, e il ciclo è, per sua natura, una alterazione della normotonia. Scleranthus equilibra l’alternanza tra le fasi, il suo principio archetipico lavora proprio sul trovare l’equilibrio. Durante il ciclo gli ormoni arrivano a farsi sentire, creando scompenso. Scleranthus è un fiore che aiuta a integrare gli opposti, promuovendo una buona capacità di coordinamento tra le varie fasi. Tradizionalmente si considera Scleranthus utile nei disturbi ginecologici.

Walnut: è il fiore principe per l’adattamento. La sua azione è in realtà difensiva, ci protegge, crea intorno a noi un campo all’interno del quale possiamo respirare, concentrarci e prepararci per ciò che stiamo per affrontare. Non c’è un fiore più generoso di Walnut quando parliamo di aspetti transpersonali. La sua capacità di farci superare le situazioni difficili straordinaria.

Star of Bethlehem: è il fiore dei traumi. Trauma in latino significa trafittura, rottura. Esiste una trama, quando questa si rompe, ecco, questo è il trauma. È resistere con forza a ciò che sta avvenendo. Più forte resistiamo, più forte si rompe la trama. Il trauma quindi di lasciare andare l’ovulo non fecondato, sia a livello fisico che emozionale è di primaria importanza.

Dismenorrea e fiori di Bach – fiori di Base – Fase A – Asintomatica – Trattamento di fondo

Chicory Scleranthus Walnut Star of Bethlehem (puoi approfondire questi fiori sul sito)

Questi quattro fiori costituiscono la base, partendo dalla quale andremo ad indagare quali problematiche specifiche scateneranno poi la mestruazione dolorosa. Vediamole.

Avverti la mestruazione come qualcosa di sporco? Ti senti insudiciata?

Crab Apple è il fiore che agisce sulla pulizia interiore ed esteriore, sul disostruire ciò che è ostruito, purifica su tutti i piani: emozionale, fisico, mentale e toglie le ossessioni, nel caso in cui tutta la tua attenzione vada sul “problema” che hai.

Ti senti in colpa perché provi dolore? Provi senso di colpa per non rispondere ai canoni? Le tue amiche non soffrono e per questo ti senti in colpa?

Pine: è il fiore del senso di colpa. Ti aiuta a ricollocare nella giusta prospettiva cosa è tua responsabilità e cosa non lo è. Pine lavora sul significato del dolore, sul perché inconsciamente mi obbligo a provare molto dolore durante il ciclo e, in qualche modo, anche sull’autolesionismo. È un fiore che lavora anche aspetti karmici, non direttamente riconducibili a ragioni oggettivamente valutabili. Per molte donne infatti, il tarlo, il chiodo fisso è: perché provo dolore? Puoi anche aggiungere White Chestnut se il tuo pensiero è sempre fisso e ti tormenta.

Avverti che la tua femminilità non si esprime? È come infantile? Non è matura? Hai problemi a dire NO quando gli altri ti chiedono di “sacrificarti” per loro? Avverti la mestruazione come una “debolezza”?

Centaury è il fiore che ci aiuta a prendere posizione nello spazio e ci insegna a dire NO quando è il caso. A livello transpersonale Centaury rafforza una eventuale zona che si sente indebolita, come dopo il dolore ad esempio, o ancora ci aiuta nelle dipendenze: dipendere dal dolore, far condizionare la nostra esistenza da quello, ci rende deboli, incapaci di reagire. Centaury aiuta in questo senso. Puoi anche aiutarti con Larch nel caso in cui questa debolezza e sottomissione ti facciano percepire mancanza di autostima.

Come vedi, ho elencato solo tre-quattro fiori per questioni di spazio, altrimenti avremmo potuto scrivere un libro. Amplia queste indicazioni. Potresti aggiungere Vine se hai cisti ovariche, Heather se hai endometriosi, Beech se ti senti infastidita da tutto, Willow se hai gonfiore, Rock Rose o Mimulus se hai le pelvi congelate.

Dismenorrea e fiori di Bach – INDICAZIONI: nel trattamento di fondo (NON durante il ciclo) puoi assumere 4 gocce 6 volte al giorno, protraendo il trattamento per almeno 6 mesi.

dismenorrea e fiori di Bach

Dismenorrea e fiori di Bach – Fase B – Sintomatica – Trattamento del dolore

3 -4 giorni prima del ciclo, oppure quando senti che i dolori stanno per iniziare, sospendi il trattamento di fondo e preparati un altro boccetto che assumerai solamente durante il ciclo.

I fiori di base sono gli stessi: Chicory Scleranthus Walnut Star of Bethlehem, però li andremo ad integrare con altri fiori specifici per gestire la fase acuta e dolorosa.

Ai quattro di base aggiungeremo:

Crab Apple, come detto per la pulizia.

Elm, per i dolori straripanti, di forte intensità e di breve durata.

Impatiens, sempre per trattare il dolore e gli spasmi.

Questa formula andrà assunta da 3-4 giorni prima del ciclo, 4 gocce per 8 volte al giorno, ovvero ogni due ore. Durante la fae acuta, anche 4 gocce ogni 30 minuti, senza aver paura di usare troppo i fiori, che tanto non hanno mai ucciso nessuno.

Avremo quindi due formulazioni:

Dismenorrea e fiori di Bach – Fase A – Asintomatica – Trattamento di fondo

Chicory Scleranthus Walnut Star of Bethlehem + fiori personalizzati (vedi sopra)

4 gocce 6 volte al giorno

Dismenorrea e fiori di Bach – Fase B – Sintomatica – Trattamento del dolore

ChicoryScleranthus Walnut Star of BethlehemCrab AppleElm Impatiens

4 gocce 8 volte al giorno e in fase acuta, anche 4 gocce ogni mezz’ora.

Se hai un’amica, sorella, cugina, zia, che soffre di questo disturbo e vuoi condividere questo articolo, sicuramente farai cosa gradita. Se desideri rimanere informata sulle nostre attività, puoi iscriverti alla newsletter usando il form qui sotto.

Se vuoi, puoi provare il trattamento consigliato e poi a lasciare un tuo commento, anche via Facebook.

SI! MANDAMI I 3 VIDEO GRATUITI

INSERISCI IL TUO NOME E IL TUO INDIRIZZO MAIL PER RICEVERE GRATUITAMENTE I 3 VIDEO ESTRATTI DAL CORSO BASE, PRIMA DI DECIDERE SE ACQUISTARLO.

You have Successfully Subscribed!