maschile e femminile fiori di bach

Svolgere la professione di terapeuta mi fa rendere sempre più conto, con il passare del tempo, di quanta importanza abbia il fatto di rispettare uno dei sette principi universali enunciati dalla filosofia ermetica: il principio del Genere.

Come spiego ampiamente nel “Manuale di Floriterapia” edito da Edizioni Enea, il principio del Genere non si riferisce a ciò che si identifica con il “sesso”, ma richiama chiaramente la CREAZIONE.

I sessi maschile e femminile sono solo una manifestazione sul piano fisico del Genere, che esprime la suddetta creazione nell’unione di essi. Maschile e femminile sono quindi le due facce della stessa medaglia e uno non preclude l’altro, ma ogni manifestazione vitale racchiude in sè entrambi, altrimenti non potrebbe esistere la vita.

Uno dei campi su cui è importante porre particolare attenzione a questo principio è quello dei disturbi ginecologici dove il maschile e il femminile si uniscono per procreare. I casi sempre più frequenti di malattie al sistema riproduttivo femminile rappresentano, oltre a un problema sociale in cui la donna non investe più le caratteristiche del ruolo che le appartiene per natura, anche la scissione che esiste in essa tra i due generi. E’ bene specificare che in ogni essere umano, uomo o donna che sia, è presente un lato maschile, che corrisponde al lato destro del corpo, e una parte femminile, che corrisponde al sinistro.

Se uno dei due generi non viene accettato, si crea una disarmonia che può sfociare in malattie fisiche. Quello sul riconoscimento dei due generi in noi stessi è un fattore importantissimo, vitale direi, su cui sarà necessario, per i tempi a venire, porre molta attenzione e impegno.

Il grande danno che sta compiendo la società in cui viviamo è quello di spingerci sottilmente verso la scissione dei due generi; è una cultura che apparentemente sprona uomini e donne verso l’unione, ma che in realtà fa di tutto per dividerli. Basti notare come questo fatto si manifesta nella moda, dove vengono sempre più proposti stili femminili per lui e look maschili per lei.

Sulla donna poi, si sta compiendo un vero e proprio scempio, dove le viene richiesto di ricoprire dei ruoli prettamente maschili che non le appartengono.

Accade allora che avendo estirpato il rispetto dei ruoli, la coppia entri in disarmonia su molti aspetti e crei dei figli che cresceranno con un esempio genitoriale distorto, dove la madre e il padre non solo non rientrano nelle loro funzioni, ma sono in conflitto tra di loro, generando inconsapevolmente all’interno del figlio una scissione dei due generi.

Quante di noi non accettano il proprio femminile perché hanno avuto un esempio materno in disequilibrio, oppure non accettano il proprio maschile perché hanno avuto conflitti con il padre.

Per guarire questa scissione, e quindi tutti i disturbi fisici che ne derivano, è necessario che si ricostruiscano i ruoli all’interno della coppia e della famiglia, perché solo da qui sarà possibile ripartire per ritrovare l’unione dei generi in noi stessi, e di riflesso nel pianeta.

Omraam Mikhaël Aïvanhov spiega molto bene il concetto in queste sue semplici parole:

“La vera conoscenza è il risultato della fusione dei due principi, maschile e femminile. È il significato delle parole della Genesi: «E Adamo conobbe Eva»… «Conosci te stesso» significa dunque: trova l’altro polo in te, trova la tua parte complementare per unirti ad essa. Se siete un uomo, l’altro polo in voi sarà il principio femminile; e se siete una donna, sarà il principio maschile, con il quale cercherete di fondervi nella purezza e nella luce. Nel momento in cui si verificherà tale fusione, incontrerete la vostra anima gemella.”

La natura ci ha fornito degli strumenti fantastici per riuscire a compiere l’unione dei generi in noi stessi, oltre a efficacissime tecniche energetiche che possono essere abbinate tra loro. In floriterapia, nello specifico, abbiamo a disposizione essenze come Chicory dei fiori di Bach, una delle essenze cardine per aiutare la donna nella guarigione del suo istinto materno; Chicory è l’essenza che aiuta a armonizzare l’amore-bisogno con l’amore incondizionato, concetto fondamentale sia nella coppia, sia nella genitorialità. Vine è  un’essenza che stimola a bilanciare un maschile troppo accentuato che tende a sfociare nel dominio verso l’altra persona e permette di sciogliere molte rigidità verso sè stessi. Vine è ottimo quando si è troppo severi, quindi ammorbidisce un maschile troppo predominante.

Questi sono solo alcuni mezzi attraverso cui ci si può aiutare a riequilibrare i due generi. Possiamo affermare che ogni essenza floreale, agendo secondo il principio della polarità, tende a riportare in equilibrio il maschile e il femminile che esistono in noi e ogni caso, con la floriterapia, verrà trattato in maniera esclusiva.

SI! MANDAMI I 3 VIDEO GRATUITI

INSERISCI IL TUO NOME E IL TUO INDIRIZZO MAIL PER RICEVERE GRATUITAMENTE I 3 VIDEO ESTRATTI DAL CORSO BASE, PRIMA DI DECIDERE SE ACQUISTARLO.

You have Successfully Subscribed!