Consulenza fiori di Bach pronti all’uso

Consulenza fiori di Bach pronti all’uso

Come autore, come terapeuta floreale, come insegnante e come uomo, non amo criticare gli altri, fiondarmi sul loro lavoro e sminuire il loro operato. Ritengo che ognuno sia libero di percorrere la propria strada e che le ricadute delle scelte siano poi responsabilità unicamente di chi le compie.

Questo articolo che però prende in considerazione proprio l’operato di qualche azienda, non è una critica contro chi opera in un certo modo, seppur da me considerata frivola, superficiale e inutile, ma solo alla dinamica che tende a NON fornire un valido servizio a chi ci si affida.

Sto parlando della consulenza fiori di Bach pronti all’uso.

C’è un’azienda, di cui non farò il nome, che inonda Google di pubblicità per mostrarsi al pubblico ed ha pure scelto un ottimo posizionamento sui motori di ricerca. Prepara e vende flaconi di fiori di Bach pronti all’uso al prezzo di 39€ a flacone, fornendo una consulenza (gratuita) su richiesta. Tra le miscele di somministrazioni di fiori di Bach pronti all’uso comprende oltre 100 combinazioni adatte a svariate problematiche: andiamo dall’ansia sociale al bullismo a scuola, dal rimanere incinta al dimagrire, agli sbalzi d’umore, alle pene d’amore.

I fiori di Bach pronti all’uso sono una follia pensata per la vendita. Non hanno assolutamente niente a che fare con la terapia floreale, ne con il corretto uso dei rimedi.

Non è razionalmente pensabile che un flacone pronto all’uso che contenga, a priori di un colloquio con il cliente, 6-7 rimedi possa incontrare i reali bisogni di un essere umano.

Anche il laboratorio erboristico Di Leo tentò qualche anno fa una strada simile, creando una linea di prodotti che contenevano ognuno tutti i fiori della paura, uno con tutti i fiori per la mancanza d’interesse per il presente, e così via. Spero che l’esperimento si sia concluso poiché era inconsistente.

In questo caso invece, si fa leva sul problema che la persona ha a cuore di risolvere fornendo quella che apparentemente è una ottima soluzione. Anche a livello economico costa meno di una consulenza.

Oltre ad essere contro il pensiero di Edward Bach, la consulenza  fiori di Bach pronti all’uso non può in alcun modo paragonarsi a tutto l’insieme di dinamiche psicologiche ed emozionali che entrano in gioco quando un terapeuta ascolta attivamente il cliente e dopo sceglie i fiori adatti a lui.

Questo non te lo dovrei nemmeno dire, viene da sé.

A favorire questo approccio ci sono diversi fattori tra cui appunto la fobia sociale, la paura delle persone di aprirsi, di spiegare il proprio mondo emotivo a un perfetto estraneo. Si preferisce quindi optare per una soluzione in cui si possa evitare il confronto diretto del parlare dei propri problemi a un altro essere umano, dinamica che invece non solo permette di fare un salto in avanti nella propria vita, ma anche di fare introspezione.

Il terapeuta floreale infatti, tende a favorire l’introspezione del cliente dove egli non arriva, gli permette di chiarirsi le idee quando ha confusione e non c’entra niente con i fiori, è un rapporto umano di accettazione reciproca, in cui il terapeuta floreale mette a disposizione le proprie competenze per far si che l’altro possa esplorarsi. L’intervento dei fiori arriva dopo e permette alla persona di ristrutturare alcuni aspetti della propria vita. Aspetti che vanno ben oltre l’ansia sociale, il bullismo a scuola, gli sbalzi d’umore o le pene d’amore.

Sappiamo bene che i problemi fisici sono solo uno specchio dei disagi emotivi profondi e questi vanno sanati per stare bene, e questi vanno riconosciuti dal terapeuta floreale come poli su cui portare l’attenzione per dare al cliente la possibilità di cambiare, perché sotto alla maschera che chiamiamo problema c’è uno specifico bisogno che non si chiama sbalzo d’umore, ha una vita propria che va scoperta per essere sanata. Giusto?

La consulenza fiori di Bach pronti all’uso è, come dissi in passato, al pari dell’andare in farmacia e discutere delle proprie afflizioni al farmacista, continuamente interrotti dalle altre persone che entrano ed escono, dal suono del telefono, etc. È impossibile aprirsi e parlare di Sé.

Ne consegue che la consulenza fiori di Bach pronti all’uso è uno strumento superficiale che, per sua natura, non arriverà al cuore del problema.

C’è inoltre un secondo problema che è il follow up. Quando una persona sceglie di lavorare con me, chiariamo subito il setting terapeutico: ci saranno un tot di appuntamenti, cadenzati ogni tre settimane, ognuno avrà durata di un’ora e ovviamente la persona è tenuta ad assumere i fiori. Il follow up serve perché la terapia floreale è come sbucciare una cipolla.

cipolla

La prima somministrazione agisce e risolve alcuni problemi mentre ne porta in luce altri, quindi viene tolto uno strato. Lo strato successivo che prima non era visibile, ora è scoperto e può essere indagato e risolto con una somministrazione successiva, che sarà necessariamente diversa dalla precedente.

Una consulenza fiori di Bach pronti all’uso NON è in grado di fare questo. È statica. È rigida.

I fiori di Bach sono acqua. Sono flessibili, si adattano. Se li confiniamo ad uno schema rigido, stiamo STUPRANDO la loro natura. Si, ho detto proprio “stuprando”, così ti è chiaro cosa intendo.

Concludendo, è necessario prendere coscienza della nostra unicità. Nemmeno su Kepler 452b c’è un altro essere umano uguale a te, è bene che tu te ne renda conto. Se ricorri a una consulenza fiori di Bach pronti all’uso NON stai veramente scoprendo la tua unicità.

Ti stai adattando a qualcosa che non è davvero te stesso.

SI! MANDAMI I 3 VIDEO GRATUITI

INSERISCI IL TUO NOME E IL TUO INDIRIZZO MAIL PER RICEVERE GRATUITAMENTE I 3 VIDEO ESTRATTI DAL CORSO BASE, PRIMA DI DECIDERE SE ACQUISTARLO.

You have Successfully Subscribed!