i figli sono lo specchio dei genitori

I figli sono lo specchio dei genitori

I figli sono lo specchio dei genitori. Da loro prendono le dinamiche che porteranno poi nella vita da adulti. I genitori e i figli hanno spesso dinamiche irrisolte tra loro che i genitori, per mancanza di onestà o consapevolezza, non riconoscono.

È vero in entrambi i casi quando ammettiamo che i figli siano allo stesso tempo caratterialmente come i propri genitori e distanti da essi, perché i figli hanno il loro portato quando entrano nella vita e non sono, come si pensava anni fa, una tavola bianca su cui scrivere ma, al contrario, hanno già una loro struttura caratteriale.

È l’accordo o il disaccordo tra questa e quella dei genitori che contribuisce a creare armonia o disarmonia.

Ciononostante l’immagine riflessa di mamma e papà influenza inevitabilmente il modo di pensare dei figli ed è necessario prestare attenzione, ad esempio, alla relazione di coppia dei genitori se, come figli, vogliamo comprendere il modo in cui ci relazioniamo all’altro.

Cosa cerchiamo in un rapporto, cosa vogliamo da un compagno o una compagna, proviene quasi sempre da come i genitori, negli anni, si relazionano tra loro.

Ovviamente da qui può partire un lavoro di elaborazione delle dinamiche familiari fino ad ora inconsce, che ci porterà col tempo a trovare una nostra dimensione, sicuramente più libera.

i figli sono lo specchio dei genitori

I figli sono lo specchio dei genitori: le Costellazioni Floreali®

È proprio questo che facciamo nelle Costellazioni Floreali®, il percorso rivolto a tutti coloro che vogliono elaborare il proprio albero genealogico e i rapporti interni ad esso, inclusi quelli con madre e padre, utilizzando i fiori di Bach attraverso le tecniche ideate da MaxVolpi.

Nell’educazione di un figlio alla crescita, i genitori dovrebbero essere, come diceva Edward Bach, “tutori temporanei. Il bambino può essere un’anima più antica e più elevata di noi, ed esserci spiritualmente superiore; infatti tutti noi dovremmo fornire ai nostri figli i valori di base, senza imporre la nostra educazione, prestando molta attenzione a come lui si comporta, ai segnali che dà ogni giorno, perché in quei segni è racchiuso un messaggio, una lezione da apprendere, un insegnamento di cui fare tesoro, non solo per la sua evoluzione personale, ma anche come opportunità evolutiva per noi”.

In un contesto sociale come quello presente, in cui sembra che le relazioni siano usa e getta, i figli spesso subiscono passivamente i litigi, le rotture, i divorzi, le separazioni e spesso il loro dolore inizia molto presto.

La legge si impegna a fare l’interesse del minore ma sovente la sofferenza emotiva non viene accolta e nemmeno notata.

Questo avviene perché spesso un figlio viene vissuto come la compensazione per i nostri fallimenti e non come una creatura che ha scelto noi per incarnarsi. Abbiamo semplicemente spostato il problema. Nell’800 i figli (soprattutto i maschi) erano considerati come forza lavoro.

Andavano quindi a riempire quel vuoto fisiologico del doversi prendere cura dei campi.

Oggi il vuoto che riempiono è emozionale.

L’isolamento nelle grandi città, l’impossibilità di comunicare, i ritmi forsennati uniti alla presenza sempre più diffusa di ferite emozionali, spesso vede i bimbi usati a mò di risarcimento, come fosse un diritto ricevere Amore da loro e non un dovere darne. Ancora una certa cultura non vede di buon occhio le coppie che scelgono di non avere figli.

Ma i bambini che arrivano a colmare i vuoti emotivi dei genitori, soffriranno poi delle stesse ferite e siccome i figli sono lo specchio dei genitori, apprenderanno inconsciamente gli stessi gesti, le stesse usanze caratteriali, che dovranno poi impegnarsi a trasformare, sempre che gli venga data questa possibilità.

Il grande lavoro sull’albero genealogico che stiamo portando avanti da diversi anni e i feedback più che positivi che ci arrivano dalle persone impegnate nei nostri percorsi, ci spinge a pensare che con le Costellazioni Floreali® stiamo facendo un ottimo lavoro di rielaborazione e stiamo offrendo un’occasione a chi veramente vuole trasformare la propria vita.

Se siamo genitori e ci accorgiamo che il rapporto con i nostri figli è spesso conflittuale, possiamo chiederci com’è il rapporto con i nostri genitori ed iniziare ad osservare quali dinamiche fotocopia ravvisiamo in esso.

Potremmo stupirci della somiglianza di certi atteggiamenti di cui magari normalmente non ci rendiamo conto.

i figli sono lo specchio dei genitori

I figli sono lo specchio dei genitori nelle dimensioni relazionali

È importante iniziare a comprendere queste relazioni poiché tutte si riflettono nello specchio dei figli e anche se una teoria del tutto al momento non è ufficialmente dimostrata, nella pratica quotidiana di lavoro noi possiamo osservare i cambiamenti comportamentali in persone (es. i genitori) non coinvolte attivamente nel lavoro.

Ecco allora che si affaccia la possibilità di intervenire, oltre il limite dello spazio e del tempo, con un’attenzione consapevole, fatta di intento, senza aspettativa, de focalizzata, volta solo ad accogliere i propri moti interiori, reattivi rispetto a chi, nell’albero genealogico, ci segue o ci precede.

Con le Costellazioni Floreali® abbiamo messo a punto un metodo di lavoro efficace che ci permette di prendere in rassegna l’intero scibile delle catene familiari, anche in presenza di dati incompleti e, attraverso un uso consapevole dei fiori di Bach, andare a portare la nostra attenzione dove ve ne sia bisogno.

Appare ovvio che per fare un lavoro di questo tipo, è richiesta una predisposizione all’ascolto di sé, che per fortuna nelle persone sta aumentando, ed essendo i figli lo specchio dei genitori, questa predisposizione all’ascolto può provenire, se siamo genitori, propri dai nostri bambini che con la loro capacità di dire sempre la verità, ci mettono di fronte alle nostre parti in ombra.

La consapevolezza di Sé può venire quindi da diverse parti.

O dagli occhi di un bambino che ci guarda dentro, o da un lavoro strutturato come quello che noi oggi proponiamo, oppure da entrambi.

In fondo, ciò che vediamo accadere nel lavoro con le persone, è proprio una sorta di mutua collaborazione tra eventi sincronici (come direbbe Jung), in cui quando iniziamo ad aprire una scatola della mente, molte altre dinamiche si mettono in moto e collaborano a produrre un salto di coscienza verso una nuova consapevolezza di Sé.

Ricordandoci che il viaggio è interminabile, non puoi non pensare che le Costellazioni Floreali® possano darti un aiuto nel cambiare dinamiche come quelle in cui, se è vero che i figli sono lo specchio dei genitori, spesso si ingarbugliano e non si è più capaci di capire il bandolo della matassa.

Possiamo aprirci a nuove dimensioni di interazione umana. Facciamolo.

SI! MANDAMI I 3 VIDEO GRATUITI

INSERISCI IL TUO NOME E IL TUO INDIRIZZO MAIL PER RICEVERE GRATUITAMENTE I 3 VIDEO ESTRATTI DAL CORSO BASE, PRIMA DI DECIDERE SE ACQUISTARLO.

You have Successfully Subscribed!