Se ti interessa fare un lavoro di crescita serio e mirato con i fiori di Bach, qui sei il benvenuto, ma devi prenderti un attimo di tempo per leggere fino in fondo questa lettera che ho scritto per te.

Quando ho iniziato il mio percorso di crescita con i fiori di Bach, ero come un naufrago in mezzo a un oceano. Non avevo gli strumenti, me li sono dovuti costruire a mano, uno per uno.

Ma i corsi sui fiori di Bach, nemmeno le scuole triennali, ti insegnano COME far rendere al massimo questi preziosi rimedi naturali. Semplicemente, a un certo punto, introducono altri rimedi e tu finisci per avere così tanti fiori nella testa che un giardinetto di città, ti sembra un infinito prato fiorito a luglio. Ti ci perdi.

Allora mi sono iscritto a tutti i corsi possibili e immaginabili per capire cosa fare per stare bene veramente, ma soprattutto per capire come funziona davvero la macchina umana. Come funziona la tua psiche.

La maggior parte si sono dimostrati davvero superflui, inutili come l’innaffiatoio a Novembre con la nebbia.  Alcuni invece mi hanno passato dei concetti così tanto interessanti che con i fiori non c’entrano niente, ma che invece ti danno una spinta incredibile nel lavoro su di te.

Non tutti quanti partiamo da una condizione di vita positiva, con genitori felici, vite serene, amici e splendidi tramonti da guardare. Alcuni partono un po’ malaticci, soli e un po’ sfigati. Io facevo parte della seconda specie di esseri umani. Ma anche nella notte più scura, anche nei momenti tetri della disperazione, ho sempre cercato. Per tutta la vita mi sono rimboccato le maniche alla contadina e mi sono dato da fare.

E chi cerca, alla fine, trova.

E quando ho trovato la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®, che si è posata sulle mie mani leggera come una farfalla, ho capito che avrei voluto condividere questo messaggio prezioso come un diamante a tutti quelli che non hanno paura, come me, di rimboccarsi le maniche e di lavorare attivamente alla propria crescita.

Se hai sempre cercato un metodo che ti permettesse di utilizzare i fiori di Bach al meglio non solo per riequilibrare quelle fastidiose emozioni negative che ti attanagliano, ma anche per vedere come cambia la tua prospettiva su di te, giorno dopo giorno, volgendosi finalmente al bello, superando tutte quelle dimensioni dolorose che hai sempre voluto rielaborare senza riuscirci,

allora la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®, che parte dal fiore per accompagnarti giù, fino alle radici dell’inconscio, è la soluzione che farà tornare nuovamente sul tuo viso la gioia di vivere.

 Il mio benvenuto floreale

Gestire le EmozioniCiao, sono Max Volpi, fondatore del sito ifioridibach.com e ideatore della Floriterapia Transpersonale Evolutiva® e delle Costellazioni Floreali®, due dinamiche di lavoro su sé stessi di cui ti racconterò nel corso di questa lettera, se mi seguirai, fin nelle profondità recondite di questo scritto che parla di inconscio: il tuo.

Per più di dieci anni ho studiato i fiori di Bach, le tecniche energetiche, le neuroscienze, ho praticato la meditazione, le visualizzazioni guidate e tutti questi aspetti si sono condensati dentro di me, piano piano, lentamente come in un crogiuolo, raffinati e trasformati, fino a diventare la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®.

Ma sei stai pensando che io abbia completamente stravolto il messaggio del medico gallese, mi spiace, ti devo contraddire subito. Io sono un fervente seguace di Edward Bach e passo tantissimo del mio tempo a studiare le essenze nei campi.

Sono seguace di Edward Bach, ma non del Bach Centre. Per molto tempo infatti, mi sono interrogato su cosa avrebbe fatto Bach se la sua vita fosse durata di più. E mi sono risposto: si sarebbe fermato? Certo che no, avrebbe continuato a studiare.

Perché gli spiriti liberi non li puoi chiudere in una gabbia invisibile del pensiero, ne morirebbero.

Ci sono persone, come Bach, che hanno dentro il fuoco sacro della ricerca. Il sangue nelle vene gli ribolle lento come la lava di un vulcano, non la puoi fermare, e il loro scopo sulla terra è quello di portare questo fuoco a chi vuole ravvivare la propria scintilla interiore mai doma.

Edward Bach era così, e spesso mi sono chiesto cosa avrebbe fatto se avesse avuto per le mani le nozioni di neuroscienze che abbiamo a disposizione noi oggi, oltre alla possibilità di parlare con te che in questo momento sei chissà dove, più gli strumenti avanzati di crescita che ho appreso e ora ti sto portando.

Quello che ho fatto è prendere gli studi di Bach e ricollocarli nel nuovo millennio, perché non sono cambiate le emozioni. Sono cambiati gli uomini che le provano e questo è uno dei perché alla base della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®

Perché quindi c’è bisogno di un nuovo strumento?

Le persone sono profondamente cambiate rispetto all’epoca in cui viveva Edward Bach. Oggi assorbono molto più negativamente le conseguenze nefaste di una società ampiamente destrutturata che tende a renderti solo e inutile come un pulcino maschio e ti getta via quando non servi.

In una società di questo tipo, c’è bisogno della capacità di agire su sé stessi per poter rielaborare gli aspetti dolorosi delle ferite emozionali che, volenti o nolenti, la società ci scaglia addosso come pietre lapidarie.

Famiglie che si uniscono e si separano dall’alba al tramonto più veloci di un battito di ciglia, genitori assenti che si danno vicendevolmente la colpa, madri possessive che ti impediscono di respirare stringendoti forte … tutte queste vicende hanno, come puoi ben capire, profondi effetti sulla psiche delle persone che oltre a sopportare tutto questo devono anche farsi strada nella vita, come fossero nella giungla talmente fitta che il sole non l’illumina,

con questi pesi addosso e l’allagamento provocato dalla spiritualità spicciola di cui siamo invasi da anni, come se avessimo i piedi a bagno e le piaghe per esserci stati troppo a lungo, l’essere umano cosa fa?

Si rifugia nella legge d’attrazione, in The Magic, negli oroscopi karmici, negli allineamenti divini, nei continui rinnovamenti dei pleniluni, e potremmo riempire pagine di queste cose, ma l’essere umano non vuole vedere chi è davvero.

Proprio ieri sera, parlavo con una mia carissima amica che, dopo aver studiato per anni tutte queste forme di approccio pseudo-spirituale, mi ha confessato: “Sai cosa ti dico? Non funziona niente di queste robe. Niente!”

Io ho sorriso e le ho spiegato un concetto che tutti conoscono ma che nessuno sembra voler usare davvero.

Non è che la Legge d’Attrazione non funziona, ma è pur vero che l’inconscio governa il 90-95% delle nostre azioni.

Quindi la Legge d’attrazione per coglierne il senso davvero in pieno, come un pallone sulla faccia, dovresti capire che noi attraiamo NON ciò che pensiamo consciamente, noi attraiamo la totalità della nostra psiche, conscia e inconscia, quindi il 90-95% è nascosto proprio come la faccia oscura della luna, e noi non ne siamo consapevoli.

Per questo l’attrazione non funziona. Perché nascosti nell’inconscio ci sono i meccanismi reattivi che nella vita ci hanno spinto e generare tutta una serie di convinzioni disfunzionali che vanno ripulite se vogliamo attrarre quello che desideriamo.

Ti faccio un esempio comune tra le donne di mezz’età che sento ripetere spesso:

Se tu vuoi attrarre un compagno che ti porti via da tutta quella profonda solitudine che ti abita come un monolocale vuoto, è il tuo inconscio che si sente così, che sente il vuoto.

Questo vuoto, per definizione, potrà attrarre o un altro vuoto per risonanza, oppure qualcuno che si sdraia sul tuo divano con i pantaloni sporchi del lavoro, mette i piedi sul tavolo, si fa aprire la birra e aspetta che tu prepari la cena. Cioè, in pratica, qualcuno da cui ti fai abusare pur di non sentire il vuoto.

Se vuoi superare la solitudine e sentire davvero la vibrazione di una vita piena, devi abitare quel vuoto, capire da dove proviene dentro di te, cosa lo ha innescato, vedere davvero quel dolore e darti da fare per sentire emozioni e sensazioni che quel dolore innesca.

E questo è proprio quello che facciamo nel corso Gestire le Emozioni, insegnandoti le basi della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®.

Perché quello che è fondamentale capire è che la tua “verità personale” ha la priorità su tutto, e dentro al corso Gestire le Emozioni, questo concetto viene ripreso da moltissimi punti di vista.

Se il tuo inconscio contiene le ferite emozionali che non hai mai voluto rivedere e rielaborare nella tua vita, ipotizziamo il rifiuto, e tu cerchi di attrarre la gioia infinita senza risolvere quel dolore, inevitabilmente l’attrazione contiene una parte in dissonanza che è proprio quel rifiuto.

Come fai anche solo a pensare che quella parte non influenzi il tutto?

E se lo sai, perché non te ne occupi?

Questo è il pensiero alla base della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®, iniziare a prendersi cura di Sé come se in fondo alla miniera ci fossero le più belle gemme preziose e noi dovessimo scavare per estrarle, poi pulirle e permettere loro di risplendere di tutta la loro sfavillante luce.

È chiaro anche a un bambino che ancora non cammina, che questo lavoro richiede il tuo impegno.

Tutti i miei percorsi, questo, le Costellazioni Floreali®, le parti della psiche (su cui sto già lavorando ora per il prossimo anno), richiedono da parte tua la disposizione a vivere, vedere e integrare quegli aspetti fastidiosi che generano poi le conseguenze che abbiamo visto e che ti impediscono di oltrepassare le tue paure, e rimani fermo, congelato, come un animale da preda braccato.

Questo percorso è dedicato a te che desideri davvero metterti in gioco.

E a questo punto scatta in tutti, e il meccanismo per cui questo avviene, te lo spiego nel corso Gestire le Emozioni, la paura.

E prima di tutto, la paura di non riuscire.

La tua mente è programmata come un supercomputer di ultima generazione in cui qualcuno, superando tantissimi firewall, abbia installato decine di virus.

Questi sono i virus del pensiero e contengono tutte le emozioni e le convinzioni squalificanti che ti hanno impiantato nella vita, attraverso l’educazione.

Qualche esempio: “Non vali niente”, “Sei un buono a nulla”, “Non sei nemmeno capace di ubbidire”, “se non cambi atteggiamento, ti riempio quella faccia di schiaffi”, “io e tua madre abbiamo deciso che non staremo più insieme”, e ce ne sarebbero molti altri, ognuno ricamato su di te come un vestito su misura.

Sto per svelarti un segreto che vale da solo il prezzo del corso gestire le Emozioni.

Per cambiare radicalmente questi “programmi del pensiero”, bisogna cambiare l’impatto emotivo che hanno sul nostro inconscio, altrimenti puoi metterti davanti allo specchio come un pappagallo a ripetere per anni frasi di pensiero positivo che, se quando ti guardi dentro, trovi emozioni disturbanti come un elettroshock al massimo voltaggio e ti lasciano i capelli tutti cotonati, vuol dire che hanno ancora presa su di te, che non sono stati del tutto eliminati.

Allora devi cambiare strategia, cambiare modo di agire, che è proprio quello che farai con Gestire le Emozioni.

Attraverso un insieme di teoria mirata come quella di un cecchino, pratica costante ricavata da anni di pratica su me stesso e poi con i miei clienti e studenti, e mappe mentali per fare entrare i concetti anche nella mente di un criceto,

Gestire le Emozioni ti insegnerà ad entrare nella tua personale esperienza dolorosa e lavorarla con i fiori di Bach, con la consapevolezza costante di quali e quanti progressi stai facendo, poiché nulla è lasciato al caso.

Quindi è IMPORTANTE: se NON ti piacciono i fiori di Bach e non li usi, questo NON  è il percorso adatto a te.

Ma come sono arrivato prima ad immaginare e poi a rendere concreta e salda come una roccia la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®?

È una storia interessantissima.

Mi sono formato con i migliori, ma non mi bastava.

Ho iniziato ad occuparmi di fiori di Bach più di dieci anni fa e i primi corsi li ho seguiti con Ricardo Orozco che per me è stato come un faro nella burrasca. Hai presente quando le onde alte dieci metri ti sballottano, cercando di gettare la tua nave contro gli scogli e tu non vedi niente?

Io stavo così. Era uno dei periodi più difficili di tutta la mia vita e Ricardo Orozco aveva quella organizzazione mentale che mi ha aiutato nell’apprendere i fiori in modo metodico e a usarli dapprima su di me, poi sugli altri in modo sistematico.

Con il Bach Centre sinceramente non ho mai avuto un buon rapporto, perché credo, come ti dicevo, che si siano un po’ arroccati in posizioni ormai desuete. È vero che Bach ha considerato concluso il suo lavoro e, prima di morire, ha chiesto di mantenerlo puro come il fiore del melo selvatico, di non darlo in mano ai medici che ne avrebbero fatto un sistema arzigogolato di teorie inesplicabili, come un cubo di Rubik senza metà degli adesivi.

I fiori sono la medicina dei semplici, è vero, però Edward Bach era un ricercatore e se la sua missione non l’avesse portato altrove, io sono certo che avrebbe sicuramente perseguito altri studi, probabilmente non aggiungendo altri fiori al bouquet dei 38 (anch’io lavoro ESCLUSIVAMENTE con i 38 originali), ma avrebbe aperto il metodo ad altri spunti e considerazioni. Non possiamo saperlo, ma ciò che possiamo sapere è che era uno scopritore, un esploratore, un Vervain che nella sua vita non si è lasciato fermare da nulla.

Io sono così. Mi piace cercare, scoprire cose nuove, non fermarmi mai, ma una cosa è certa e voglio che ti sia chiara, io ho sempre rispettato il modus operandi di Edward Bach, perché le mie somministrazioni non rispecchiano mai i miei ideali, ma solo ed esclusivamente i bisogni delle persone che lavorano con me e la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®, e lo scoprirai nel corso Gestire le Emozioni, è quello che io considero il naturale proseguo del lavoro di Bach.

Perché dico così? Come faccio ad esserne sicuro?

Bach dice:

“Dobbiamo solo isolarci per qualche minuto ogni giorno in un luogo che sia il più tranquillo possibile e qui, senza essere disturbati, fare il vuoto nella nostra mente e pensare con calma al nostro compito nella vita. Ci accorgeremo ben presto di ricevere un grande aiuto in momenti simili, come se ci venissero date delle indicazioni e delle conoscenze illuminanti per il nostro cammino”.

Parla chiaramente di insight. Gestire le emozioni e tutta la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® è basata su un lavoro di visualizzazioni guidate e meditazioni attraverso i fiori, che ti porteranno ad avere degli insight,

vere e proprie indicazioni che provengono dall’inconscio e che ti guidano sul tuo cammino.

Bisogna lucidare lo specchio, altrimenti anche gli Angeli avranno il volto dei demoni“, che tradotto in linguaggio contemporaneo significa che ti guiderò a “decontaminare l’Io” attraverso visualizzazioni e meditazioni a base di fiori di Bach che ti porteranno degli insight, delle prese di coscienza, affinché le tue percezioni si puliscano e tu possa cogliere ciò che normalmente il tuo cervello, che funziona in maniera abitudinaria, non prende in considerazione, e tu continui a girare a vuoto come la pallina del flipper, sballottata a destra e a manca dai colpi.

Ti è chiara la metafora?

Ti porto in dono il resoconto di una mia allieva, mentre lavoriamo sulla figura di sua madre:

Ciao Max,

è cambiato qualcosa. Il primo segnale è avvenuto un pomeriggio quando alla fine dell’osservazione di mia madre ho sentito crescere un albero dentro di me, grande, con rami enormi. Nei giorni seguenti ho avuto l’impressione che mia mamma cominciasse a guardarmi, spesso stava un pò con gli occhi bassi, triste e dispiaciuta, poi mi guardava …

La cosa strana è che da allora mia madre mi guarda, mi tocca e sembra essere felice. Spesso, durante le visualizzazioni, la vedo giovane, come io non riesco a ricordarla. Mi commuove vederla giovane e felice. Papà la segue e si mette accanto a lei, è sempre alla sua destra ed è … in difficoltà. Non riesco a cogliere questa difficoltà, so solo che c’è, è una specie di disagio, (di tristezza per non averla protetta dalla sofferenza?), so però che non vuole andare via. Mamma non lo controlla più.

E’ anche accaduta anche un’altra cosa importante: non riesco più a “sentire” fastidio quando penso a  Michela, la amica? amante? fidanzata? di Claudio, il mio ex compagno. La nomino solo per dire che il pensiero di lei mi ha accompagnato per tanto tempo ed ora non lo ritrovo più”.

Nicole

Ti stai accorgendo di quanto questo lavoro vada alle radici dell’inconscio?

Ci sono molte persone che senza volerlo ricercano relazioni in cui, attraverso la sofferenza, imparano, crescono. E questo avviene finché la loro indole è infestata dalla presenza di ferite emozionali infantili che le riportano sempre verso lo stesso punto. Il loro senso d’amore interiore soffre ancora di quello che non hanno ricevuto da bambini e allora si infilano in storie dove pensano che potranno farsi amare da qualcuno che invece non le amerà mai. Le prenderà, le sfrutterà, ci giocherà e poi le lascerà e questo, spesso, ricalca il modello appreso in seno alla famiglia d’origine.

Ti ci riconosci?

Ma come si cambia questo modello?

Lavorando direttamente sul modello stesso, come facciamo in Floriterapia Transpersonale Evolutiva®, attraverso le meditazioni e le visualizzazioni guidate con i fiori che portano continuamente a galla, come delle boe, degli insight consecutivi che ti guidano ad una comprensione profonda di questi modelli infantili non rielaborati e ti portano a cambiarli.

E tutto questo proviene da un lavoro interiore profondo con i fiori di Bach. Viene da dentro di te questo,  capisci?

In Floriterapia transpersonale Evolutiva®, non c’è nessuno che ti spinge a fare cose, a cambiare carattere, nessuno che ti obbliga a essere diverso o diversa da come sei davvero. Quello che, come consapevolezza, ti arriva per via della stimolazione profonda tramite i fiori di Bach, arriva da dentro di te. Dalle tue profondità.

E per questo ti libera completamente da ogni tipo di vincolo e ti permette di seguire la tua vera natura.

Edward ha scritto “libera te stesso”.

A 80 anni di distanza dalla sua morte, questa è la naturale prosecuzione dei concetti che lui ha espresso. Ed avviene perché ho studiato a fondo non solo i fiori, ma soprattutto il suo pensiero e ne ho semplicemente ampliato il senso, senza stravolgere nulla. Ovviamente 80 anni dopo, oggi, abbiamo conoscenze in materia di neuroscienze e meditazione che ne ampliano a dismisura l’attuabilità.

Ma perché ho creato Gestire le Emozioni?

Un bel giorno mi sono ritrovato in mano la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® e le Costellazioni Floreali® (e poi ti racconterò com’è successo, ed è fantastico), allora ho iniziato ad applicare queste tecniche, prima a me, poi ai miei clienti e infine nelle sperimentazioni pubbliche.

E mi sono accorto che non avevo il tempo sufficiente per spiegare alle persone i concetti così come avrei voluto che li capissero.

Il tempo in una consulenza va impiegato per capire i tuoi problemi, per entrare in empatia ed aiutarti a trasformare quelle percezioni fastidiose e che a volte ti attanagliano come in una morsa, altre ti fanno tenere gli occhi incollati al soffitto fino alle cinque del mattino, per poi svenire e svegliarti dopo un’ora a pezzi come vetro rotto, e così via.

Il tempo per spiegare la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® è sempre ridotto all’osso, ma io voglio che tu capisca, perché questo modello di lavoro è a 360 gradi, abbraccia l’olos, la totalità e comprenderlo a fondo ti aiuterà ad aprire porte su scenari completamente nuovi della tua vita su cui potrai affacciarti per godere del paesaggio e, per questo motivo non potevo riassumerlo in tre parole e allo stesso tempo, non posso ogni volta, per ognuno di voi, stare quindici ore a spiegare come funziona. Impazzirei.

Ho sempre e solo dato i rudimenti della pratica, ciò che era necessario per lavorare, ma sapevo che questo non mi permetteva di farti comprendere gli aspetti più intimi della tecnica, i concetti su cui dovrai passare più volte, per comprenderli in modo che ti restituiscano non solo un metodo di lavoro su di te, ma anche un pensiero.

Il pensiero alla base della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®
per me è il frutto di una vita di studio.

Allora ho pensato di trasformarlo in un corso.

Gestire le Emozioni è la naturale conseguenza di quello che faccio con i miei clienti, tramutato in un corso fruibile da te, con il supporto mio e dei miei collaboratori, in modo che anche tu potrai iniziare ad usare su di te la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®, che parte dai fiori di Bach per portarti fino alle radici dell’inconscio, e di questo ti accorgerai non appena aprirai il corso la prima volta.

La questione quindi era di poter parlare a più persone contemporaneamente e nel modo più semplice e comprensibile possibile di questo nuovo straordinario metodo di lavoro.

Gloria, ad esempio, una mia studentessa, mi ha scritto:

“È come se il tuo lavoro mi stesse aiutando a guardare nella mia cassetta degli attrezzi, mi stesse dicendo come si chiamano, a cosa servono e come si usano. E in più c’è il tuo stato di presenza … e si sente”.

Gloria

Le sono profondamente grato per questo feedback perché mi ha dato la conferma che, in ambito formativo, sono ormai capace di pormi degli obiettivi e di raggiungerli, poiché il mio proposito, quando ho iniziato a organizzare i temi del corso Gestire le Emozioni, era proprio questo: fornire ai miei studenti una cassetta degli attrezzi che contenesse tutto quello che ti serve per lavorare su di te, ottenere risultati duraturi ed efficaci, in grado di cambiarti davvero la vita. Ovviamente se ti impegni a fondo.

Io credo che ognuno, indipendentemente da quale sia la sua base di partenza, possa ottenere dei risultati sorprendenti nella propria vita, se ci mette l’impegno giusto.

Però siamo in un momento storico dove subiamo troppi input, siamo sballottati a destra e a manca come navi nella tempesta da tutte queste fonti di informazione, sono troppe.

È molto facile lasciarsi conquistare superficialmente dalle cose e poi non capire più niente.

L’idea della cassetta degli attrezzi.

Dentro a Gestire le Emozioni trovi il cacciavite, la chiave inglese, il martello e tutti gli strumenti che ti permettono di raggiungere le radici della tua persona, il tuo nucleo luminoso, usando i fiori di Bach ovviamente, e di trasformare letteralmente quegli aspetti inconsci che ti disturbano e ti impediscono di vivere serenamente e di raggiungere le mete che hai scritto in segreto nel tuo cuore.

Ma soprattutto la spiegazione: a cosa servono il cacciavite, la chiave inglese, il martello?

Bill Gates dice che Se il nostro solo strumento è un martello, ogni problema assomiglierà ad un chiodo da battere.

Può starti antipatico Bill Gates, ma non è questo il punto.

Il punto è che dentro a Gestire le Emozioni, partendo da una prospettiva fisiologica di funzionamento della psiche, ci addentriamo, passando per quegli aspetti poco noti e di cui si finge indifferenza, nei meandri dell’inconscio per spiegarti a fondo come siamo fatti e su quali strumenti dobbiamo basare il nostro lavoro interiore se siamo realmente interessati a cambiare le nostre percezioni verso nuovi lidi di coscienza.

Per cui dobbiamo, è un imperativo, sapere cosa fa l’amigdala, cosa fa l’ippocampo, cosa fa la corteccia prefrontale, come funzionano l’inconscio e la coscienza, perché altrimenti passiamo tutta la vita a martellare ciò che va svitato e a reprimere ciò che va espresso.

Io non ho ricette magiche e non ho mai promesso a nessuno di risolvere i problemi con la “putenza della mende”. Ho sempre detto a tutti i miei studenti e clienti che le cose bisogna guadagnarsele con il lavoro e l’impegno costanti.

Per cui se pensi che iscrivendoti a Gestire le Emozioni, assurgerai alla sfere degli angeli per osmosi, NON TI ISCRIVERE, perché ne rimarresti fortemente deluso o delusa. Sarebbe uno spreco di tempo e di soldi. Fidati.

Inoltre, se vuoi lavorare con me e con i fiori di Bach per risolvere i tuoi problemi, assicurati di seguire il corso Gestire le Emozioni, prima di richiedermi una consulenza diretta e di voler lavorare con me.

Ribadisco, io non prometto a nessuno la luna, un lavoro profondo si, quello sono in grado di offrirlo.

Ma non è per tutti.

E non è perché me la tiro.

Al contrario. Sono davvero molto disponibile con chi si impegna a fondo e altrettanto decisamente indisponente verso chi pensa che tutto gli sia dovuto.

Io so quali risultati posso offrire a chi si mette in gioco sul serio e, allo stesso modo, so di avere poco tempo disponibile e questo è il motivo per cui scelgo di lavorare solo con chi mi dimostra con i fatti che vuole davvero cambiare.

La metafora è semplice e purtroppo non tutti la capiscono: io vengo ben pagato perché possiedo ottime competenze, il mio obiettivo quando lavoro con le persone è di dare risultati. Win – Win è il rapporto che mi interessa fornirti.

E questo richiede impegno da parte tua.

La stessa cosa accade nel corso Gestire le Emozioni.

Ho sviluppato tutto l’impianto teorico per fornirti la comprensione del funzionamento della macchina umana. Il corso è strutturato in video, pdf e mappe mentali, il cui insieme ti fornisce una visione a 360 gradi della struttura della psiche, in modo che tu sappia fare un buon lavoro interiore.

Ma la teoria è nulla senza la pratica.

Allora la teoria è il fulcro, è il punto d’appoggio in grado di sollevare il mondo.

Il tuo.

Senza conoscere, non si può crescere.

Poi però bisogna praticare con costanza.

E questo è il motivo per cui ti avviso prima: voglio evitarti di spendere inutilmente i tuoi soldi se pensi di comprare un corsettino che ti cambierà la vita, volteggiando sui fiori come un’ape.

Questo può essere l’inizio di un cambiamento strutturale profondo e, se ti lascerai guidare, potrai diventare il vero protagonista della tua vita.

Com’è nata la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®?

Dopo dieci anni di studi, stavo abbandonando i fiori di Bach.

Non ero deluso, ma non ero arrivato alla radice.

Avevo appena conosciuto la Dermoriflessologia® studiando con Gandini e Fumagalli ed ero coinvolto come solo un innamorato può esserlo, che ho fatto più di mille sedute in un anno.

Io sono così, un panzer, quando inizio a fare una cosa, non mi fermo finché non mi viene automatica prima, perfetta dopo.

N.B.: Questa mia caratteristica non è un dono piovuto dal cielo, è una qualità che ti aiuterò a sviluppare all’interno del corso Gestire le Emozioni, decontaminando l’Io dalle premesse non rielaborate, come vedremo in seguito.

Ma stavo dicendo che avevo quasi abbandonato i fiori per la Dermoriflessologia e contemporaneamente avevo intrapreso un percorso di meditazione Vipassana, la meditazione così come la praticava il Buddha.

La Vipassana ti porta veramente dentro di te. Non ci sono scuse. Puoi non farla. Ma se la fai, ti entra dentro come un coltello rovente nel burro. E sfrigola, perché spesso fa male.

Guardarsi dentro, in fondo, presuppone che tu veda parti di te in ombra sui cui non vuoi portare l’attenzione perché sono dolorose.

Che è esattamente quello che fa la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®, usando i fiori come strumento di indagine e di guarigione del nucleo.

Quindi i fiori di Bach non sono solo un metodo dolce di risoluzione dei sintomi, come la maggior parte delle persone tende ad usarli, ma sono un vero e proprio mezzo di contatto degli archetipi della psiche presenti in ognuno di noi.

Con i fiori di Bach possiamo toccare le parti interne in disequilibrio per riportarle in equilibrio, ma a volte questo non basta.

Non basta perché molte persone hanno sofferto traumi specifici e la somministrazione dei fiori di Bach invece è aspecifica, cioè viene data per guarire un trauma, per sanare una ferita emotiva, ma non c’è un lavoro diretto su quell’esperienza.

La Floriterapia Transpersonale Evolutiva® è stata pensata appositamente per farti contattare questa esperienza diretta e risanarla cambiando il legame emotivo che hai con essa, abbreviando peraltro i tempi di intervento. Tutto ti verrà spiegato dentro a gestire le Emozioni.

Qualche anno fa sono andato a Vipassana e riemergo da questi dieci giorni di meditazione, dieci ore al giorno, senza parlare con nessuno. Vengo colto da questa folgorazione: perché non usare i fiori all’interno di specifici momenti di visualizzazione guidata in cui la persona lavora direttamente su sé stessa?

I Fiori di Bach, come ormai sappiamo, sono archetipi del pensiero che contattano qualità già presenti in te sotto forma di repressione e ti aiutano a svilupparle come forti querce che resistono alle tempeste più dure.

L’intento, come ormai sappiamo, è la capacità della mente di focalizzarsi su un evento specifico e polarizzare l’energia come il laser più potente al mondo capace di scavare, come l’acqua, la roccia.

Perché non unire questi aspetti per fornirti il primo strumento focalizzato di crescita al mondo, in grado di usare i fiori di Bach per rielaborare la tua vita andandosi a prendere cura di quegli aspetti su cui tu non sai intervenire perché sei preparato come un tredicenne all’università?

Certo, non è colpa tua, nessuno te l’ha mai insegnato, non è materia di scuola.

Gestire le Emozioni – le basi della Floriterapia Transpersonale Evolutiva® è nato proprio con questo scopo:

accompagnarti nel processo di crescita come papà ti accompagna a scuola e ti tiene per mano.

Ovviamente ho iniziato questo lavoro su me stesso, ho cominciato a prenderci la mano, ho sperimentato, elaborato, fino a capire dove potevo spingermi volando in solitaria.

Poi ho iniziato a proporlo a un cliente prima, a un altro poi, e sono arrivati i primi feedback positivi.

Fino a che, convinto dal valore di quello che stavo testando, ho iniziato con la mia prima allieva Claudia Marsili, la sperimentazione sull’albero genealogico che sarebbe poi diventato il programma delle Costellazioni Floreali®, in cui, in quasi un anno di lavoro su noi stessi, andiamo ad affrontare l’albero genealogico della nostra famiglia, il nostro tranello e il nostro tesoro, perché quando riusciamo ad elaborare le esperienze vissute, le catene mai rotte, gli eventi limitanti del nostro albero genealogico.

Allora prendiamo tutto questo nodo strettissimo di vite che sono i nostri genitori e parenti e minuziosamente, con la pazienza delle nonne che filavano la lana, andiamo a sciogliere, uno per uno, tutti i nodi, tutti i blocchi che ci tengono legati a doppia mandata a questo nucleo e finalmente iniziamo a respirare a pieni polmoni la vita.

La nostra vera vita.

Oggi quindi la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® è un collaudato metodo di lavoro che ti permette di prendere in mano la tua verità personale, quello che hai vissuto e che ti ha disturbato, legato, sconfitto, adagiato, portato dolore, e ti permette di rivederne il senso profondo, affinché tu possa non solo capire, ma sperimentare che tutto quello che hai vissuto era necessario per arrivare fin qui, e insieme ne potremo rivedere completamente il senso per far si che tu possa cambiare il tuo punto di vista sulla sofferenza.

Come?

Ricordi l’esempio della cassetta degli attrezzi di prima?

Il corso Gestire le Emozioni ti darà proprio questa consapevolezza.

Cosa c’è dentro la tua scatola, quale funzione ha e come usarlo per cambiare il rapporto con ciò che hai vissuto, che ancora ti disturba e ti trattiene nelle catene di una vita non pienamente tua.

Tutto bello Max, ma perché ti devo credere?

Cioè tu davvero mi assicuri che questo corso per me funzionerà?

Perché io ho provato la PNL, lo sciamanesimo, il rebirthing, il fire walking, la capanna sudatoria, gli specchi esseni, l’ho oponopono, l’hula hoop, i tarocchi, le bamboline voodoo e pure l’urinoterapia.

Poi i fiori di Bach li conosco da vent’anni, si, vanno bene ma ….

Si, ti capisco molto meglio di quello che credi.

Perché sono 12 anni che sono nell’ambito olistico e ho provato davvero di tutto.

12 anni che sperimento sulla mia pelle infinite tecniche di crescita ma quello che ti dirò adesso, se vi presti bene attenzione, ti spiegherà perché mi devi ascoltare mentre ti parlo …

Innanzitutto io non voglio che tu mi creda, voglio che sperimenti, ma questo lo dicono tutti.

Sto per passarti un paio di concetti fondamentali per capire il senso della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®.

Il primo, che sviscero completamente durante il corso Gestire le emozioni, è il valore della verità personale.

Cosa intendo?

Che tu sei un essere umano unico, non solo per gli occhi, il naso e la bocca, ma soprattutto per le tue credenze, le tue esperienze e ancor di più per gli avvenimenti che ti hanno segnato e hanno distinto il tuo cammino qui, in questa vita.

Tu puoi prendere tutte le tecniche olistiche di questo mondo e usarle in lungo e in largo per andare in tutto il globo, ma se non includi nella tua ricerca, la tua verità personale, ovvero quegli eventi, i lutti, le perdite, l’educazione, l’albero genealogico, che ti hanno segnato, le tue reazioni alla vita resteranno sempre le stesse.

La Floriterapia Transpersonale Evolutiva® ti permette di prendere contatto con le esperienze dolorose e di rielaborane il significato emotivo con l’uso dei fiori di Bach che, come sai, sono strumenti di crescita.

Farti rivedere la tua storia personale alla luce calda ed accogliente della consapevolezza che i fiori possono darti, è lo scopo della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®.

E funziona?

Funziona perché la mente funziona così. Non lo dico io come funziona il cervello, non ho inventato niente, ho semplicemente sistematizzato la pratica sulle basi neurofisologiche e per questo funziona.

E funziona per tutti?

La mente di tutti funziona così, quindi si.

Certo ci sono situazioni in cui la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® non può essere applicata, in presenza di psicosi o di nevrosi e quindi un lavoro interiore deve essere condotto da personale medico qualificato, ma per tutti noi che stiamo facendo un percorso di crescita e siamo inseriti nella società, funziona alla grande.

Infatti la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® non vuole sostituire lo psicologo, il suo scopo è un altro. È fare un lavoro di crescita interiore, non curare patologie.

Ok, ma come so che per me funzionerà?

Ti invito a prendere coscienza che tutti gli aspetti non integrati generano conflitti interiori che hanno portato dolore e ancora ne portano. Io NON voglio dirti che questo strumento vada bene per te, io non posso saperlo. Io posso dirti che, come un amanuense che scrive un codice miniato, ho studiato e applicato i fiori di Bach alla struttura neurofisiologica della mente attraverso meditazioni e visualizzazioni guidate che ti porteranno in contatto con quelle parti di te che devi revisionare. Vorrai farlo o non vorrai farlo, dipende da te, chiaramente.

Inoltre, a me non interessa che tu mi creda sulla fiducia, e peraltro io non sono qui a convincere nessuno, quello che faccio è offrire un’esperienza a chi la vuole vivere, che gli faccia conoscere quegli aspetti di Sé che vorrebbe sviluppare e veder crescere come un albero così tenace nel terreno che nessuna bufera possa portarlo via.

Per questo motivo, non sono io a dover parlare di come funziona bene la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® e bla bla e bla bla … ma sono le persone che la usano e che hanno trovato beneficio dal lavoro che abbiamo fatto insieme a dire quello che ne pensano.

Qui sotto ci sono le testimonianze di alcune delle persone che hanno sperimentato questo lavoro di crescita su loro stesse e che hanno scelto di dirci cosa è successo nelle loro vite durante e dopo aver lavorato con le tecniche da me ideate:

TESTIMONIANZE SULLA FLORITERAPIA TRANSPERSONALE EVOLUTIVA®

Testimonianza di Claudia Ossorio

Floriterapia transpersonale evolutiva® testimonianze claudia ossorioL’esperienza con la floriterapia transpersonale evolutiva è stata fondamentale per “entrare nella mia stanza buia “. Una sorta di riflettore che ha fatto luce dentro il mio inconscio puntando ad ogni singola paura. Ho cominciato a fare pulizia e più andavo avanti più i rapporti si sistemavano. Ho recuperato il rapporto con me stessa, con i miei genitori e con mio marito. Lavorando con i fiori ho potuto comprendere le dinamiche, i legami, l’origine di ogni emozione. Il supporto del gruppo e la disponibilità di Max e Claudia sono stati una coccola costante. La FTE® ha dato una bella svolta alla mia vita, sono davvero grata a tutti.

Testimonianza di Virna Trivellato

eft-veneto.it

floriterapia transpersonale evolutiva® testimonianze virna trivellatoHo sempre pensato che conoscere se stessi sia l’unico modo per potere avviare un cambiamento reale e duraturo. Gestire le Emozioni dona questa possibilità. Non ho mai seguito un corso che riuscisse a condensare così tanti contenuti di così alto valore e così chiaramente spiegati. Si vede e si sente che il corso è frutto della ricerca, dello studio ma anche di un percorso personale di grande crescita vissuto in prima persona da Max. Gestire le Emozioni mi ha accompagnata nella comprensione di come funziona la mente, di come funzionano le Emozioni e di come è possibile allearti finalmente con esse, liberandoti dalle strutture limitanti, per vivere finalmente la vita che vuoi. Dopo averlo seguito, sento come se tutti i contenuti interiori e della mia testa fossero stati illuminati e davanti a me c’è un nuovo ampio spazio per creare e manifestare ciò che desidero.

Testimonianza di Michela Casara

Floriterapia transpersonale evolutiva® testimonianze michela casaraDevo ringraziare davvero Max e la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® che mi ha dato la possibilità di migliorare molti aspetti di me. Il primo è il rapporto con gli altri: ero troppo servizievole e badavo poco a me stessa. Avevo un tenore di vita che andava verso lo sfinimento fisico.

Poi un altro punto molto importante, anzi fondamentale per me è stato il miglioramento del rapporto con mio figlio.

Soffrivo d’ansia ed ero costantemente in angoscia se ritardava a ritornare a casa. Ma grazie a questo percorso sto uscendo da quello stare  male costante e sto rompendo tutte le regole che mi furono imposte, che mi tenevano imprigionata e che a loro volta stavano tentando di imprigionare mio figlio.

Ora il rapporto con lui è migliorato, non ha regole, ma consigli da parte mia, e io sto molto meglio sia a livello mentale che fisico, poiché riesco a individuare le situazioni di stress e a gestirle in modo positivo.

Testimonianza di Eva Tarricone

Floriterapia transpersonale evolutiva® testimonianze Eva TarriconeHo scelto Max e la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® affidandomi al campanellino che sento quando intuisco semplicità, verità e amore responsabile. Che è successo in questi mesi di lavoro? Sicuramente una bella pulizia del passato che avevo nascosto sotto il tappeto del “salotto buono”. I condizionamenti, visibili e meno, che l’albero genealogico promuove e nutre sono veramente delle zavorre che ci appesantiscono, influenzano e confondono.

I fiori di Bach e la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® fanno un lavoro profondo, catalizzando piccoli e grandi auto guarigioni. Per dirvene una? Mi sento più forte, radicata ma soprattutto più disponibile a ridere di me e dei miei difetti. Questo ha decisamente ridimensionato la paura di sbagliare e il senso di inadeguatezza perché diversa, che da sempre facevano sfondo alle sfide quotidiane impedendomi di osare di più. Quindi non posso che consigliare questo viaggio e ringraziare Bach, Max e la sua squadra di ricerca che con entusiasmo, attenzione e impegno applica e propone questo metodo di crescita interiore.

Testimonianza di Sara Massone

Floriterapia transpersonale evolutiva® testimonianze Sara Massone

E’ stata fino ad ora una intensa esperienza dentro di me. Ci sono stati momenti di tempesta alternati a tranquillità, mi sento spogliata di strati che non mi appartenevano. Ho sentito profondamente le mie emozioni, anche quelle che credevo non mi appartenessero e ora sono più libera. Ho riscoperto parti di me che avevo dimenticato e soprattutto sono cambiate tutte le relazioni con gli altri e le situazioni. Ho lasciato andare diversi condizionamenti e rimesso in ordine i tempi delle cose. Sono riuscita ad integrare nella mia vita esperienze che non avevo elaborato correttamente. Ho sentito che le cose erano diverse da quelle che credevo. Ho smesso di essere reattiva e ho iniziato ad ascoltare, me e gli altri. Ieri ho chiesto a mia mamma se mi trovasse cambiata e lei mi ha detto “sei più matura”! Sono successe così tante cose che vorrei scriverne un libro, forse lo farò! È cambiato completamente il rapporto con i miei genitori, sono cambiate le mie priorità. Ho ristrutturato il salotto e ridipinto le pareti di casa, ho smesso di vestirmi di nero e…. Non so ancora esattamente dove andrò ma sento, che mi sto ritrovando…. e il percorso è solo a metà!

Testimonianza di Fausto

(che tiene alla sua privacy e ha scelto di rilasciare una sua testimonianza senza però comparire)

Mi chiamo fausto, fin da piccolo ho amato la natura passando intere giornate nei boschi tra fiori e piante … A quarant’anni suonati ritorno ai fiori, scoprendo Max e il “Corso di Formazione Completa sui Fiori di Bach”, oltre a “Gestire le emozioni” e il suo rivoluzionario approccio transpersonale evolutivo. Nel giro di due anni mi permettono di risolvere relazioni e questioni interiori antiche, di capire la mia funzionalità e di accedere alla inconscio.

Che dire : grazie infinite Max, grande competenza e calore, approccio unico e risolutivo. Avanti così. 

Testimonianza di Marcella Piazzale

Floriterapia transpersonale evolutiva® testimonianze Marcella piazzale

Mesi fa sono venuta a conoscenza del lavoro di Max con i fiori di Bach e mi si è aperto un mondo! Ho incominciato con lui un percorso di floriterapia che mi sta aiutando tantissimo.

Premetto che gli ultimi anni non sono stati per nulla facili, anzi sono stati molto dolorosi, interiormente e fisicamente. Dico fisicamente perché le emozioni represse, i pensieri cupi legati ai problemi che avevo e la fine di una relazione si sono ripercossi anche in somatizzazioni fisiche e mentali abbastanza pesanti.

Con il tempo tutto è migliorato ma la svolta decisa è avvenuta grazie all’uso dei fiori di Bach e con la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®.

In contemporanea con l’assunzione dei fiori è iniziato un percorso di grande introspezione e di “lavoro” interiore in cui ho iniziato a portare consapevolezza a tutte le manifestazioni interne: corporee, emozionali, mentali, per poter iniziare un reale processo di trasformazione e crescita.

Almeno per ora sono arrivata ad una riflessione che è questa: se vogliamo realmente crescere, evolvere e trasformarci la via da percorrere è il costante “lavoro” su di sé e non lo può fare nessuno al posto nostro. Possiamo avere degli aiuti, delle guide ma alla fine il “lavoro” lo dobbiamo fare noi e questo comporta impegno, forza di volontà, disciplina, discernimento e fiducia.

Personalmente sono arrivata a un punto in cui sono proprio stufa di tutta questa sofferenza, voglio andare oltre, voglio stare bene. Sto attraversando una fase in cui quando ascolto o leggo qualcosa che mi risuona, che sento vera per me, ma che ahimè comprendo solo mentalmente, voglio poterla verificare nella realtà, affinché diventi esperienza, perché altrimenti rimane solo bella teoria, solo chiacchera.

Attraverso l’uso dei fiori con la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®, ho potuto verificare su di me il grande aiuto che donano. Da quando ho iniziato questo percorso con Max mi sento meglio, più “sveglia”, più vigile, riguardo a tutto quello che accade nel mio mondo interiore sotto forma di emozioni, sensazioni corporee e pensieri, cercando di evitare di giudicarli ma semplicemente osservando ciò che si presenta al momento e, come dice Max, nelle meditazioni, evitando di accoglierle e evitando di rifiutarle. Ora non reprimo più le emozioni, non mi fanno più paura.

Ho potuto verificare che quando riesci a stare realmente con le emozioni del momento, anche se all’inizio può essere doloroso, se ci entri dentro e le senti per quello che sono, senza giudizio, senza identificarti, mano a mano quelle emozioni perdono intensità, perdono forza.

Infatti, durante la meditazione serale dell’esplorazione dello spazio personale con i fiori nell’ombelico, se per esempio all’inizio l’emozione, come intensità, in una scala da 1 a 10, era 8, dopo averla sentita, diventava un 3 e sopraggiungeva un senso di quiete.

Concludo raccontando un episodio di quello che mi è accaduto giorni fa, per rendere l’idea di come un emozione può  perdere intensità e forza attraverso i fiori e un “lavoro” su di sé.

La sera prima di riprendere il lavoro dopo le vacanze avevo molto sonno, tanto che non sono riuscita a fare la meditazione dello spazio personale, ho solo preso i fiori per bocca, messo gli altri nell’ombelico e mi sono addormentata, lasciando all’inconscio la libertà di esprimersi attraverso i sogni. Al risveglio non ricordavo nulla di quello che avevo sognato, ma all’interno di me erano presenti sensazioni, emozioni e un turbinio di pensieri, avevo la sensazione di essere sulle “montagne russe”! Erano presenti paura, agitazione, inquietudine, ansia, tristezza, rabbia, dolore, etc., insomma un po’ di tutto.  A livello fisico sentivo tutto questo nel plesso solare (3° chakra) tanto che mi è venuto male allo stomaco accompagnato da nausea, i battiti del cuore erano accelerati e respiravo a fatica. Ho portato attenzione al respiro e ho iniziato a respirare lentamente e profondamente: appena il respiro è diventato più regolare e mi sentivo più calma, ho preso qualche goccia di Rescue Remedy, ho bevuto una bottiglietta d’acqua e poi ho osservato e sentito queste emozioni e sensazioni cercando di non identificarmi, di non giudicarle, e così facendo è sopraggiunta la calma, il male allo stomaco e la nausea sono scomparsi poco prima di sera lasciando il posto ad un senso di gratitudine, leggerezza e una risata.

Alla sera mi sono addormentata presto perché mi sentivo bene ma priva di forze, un po’ come quando dopo aver attraversato un uragano, sei sollevata ma senti il bisogno di riposare.

Insomma la giornata che era iniziata con questo malessere si è poi conclusa bene, mi sentivo alleggerita, avevo la percezione di aver rilasciato qualcosa.

Per me questo significa che se realmente, con forza di volontà facciamo un  reale “lavoro” su noi stessi  accompagnato dall’uso dei fiori con cui sento una grande affinità, tutto si aggiusta e come dice Max può cominciare un reale viaggio interiore che porta alla rinascita.

Un sentito Grazie e un caro saluto

Marcella

La nostra doppia GARANZIA 100%

Le 2 significative garanzie che voglio darti da subito.

La prima è questa:

PROVA SUBITO. Richiede ovviamente che tu abbia in casa i fiori di Bach. E che tu agisca. Ti ho detto che Gestire le Emozioni NON è adatto alle persone che parlano, parlano, ma non fanno mai niente?

Perché se mi sono dimenticato, te lo dico ora.

Gestire le Emozioni è un percorso dove tu DEVI lavorare su di te, non ti pioverà la manna dal cielo come nei racconti biblici, ne pioveranno polpette. Io ti fornisco strumenti d’eccellenza, tu li usi. In caso contrario non funziona.

Se ancora credi, e questo è un residuato della mentalità da “pazienti del medico di base”, che arriverà uno sciamano, un maestro, un extraterrestre, un angelo, e la tua coscienza evolverà soltanto perché hai fatto un incontro, mi spiace deluderti, io credo nel lavoro pratico.

Per cui se pensi questo, di non dover fare nulla, e stai solo aspettando che ti accada qualcosa di straordinario, che cambierà per sempre la tua vita verso la luce sublime dell’oltre, allora chiudi pure questa pagina. Questo non è il corso per te.

Se invece stai cercando un sistema di crescita di altissimo profilo e senti che l’impellenza di darti da fare, ti sta guidando verso una spasmodica ricerca di soluzioni pratiche, allora dicevo, puoi, questa sera, prima di coricarti, mettere una goccia di Star of Bethlehem nell’ombelico, fare il vuoto, restare in silenzio, senza che nessuno ti disturbi, e portare l’attenzione per qualche minuto a un trauma che hai vissuto e che ti ha disturbato o che ancora ti disturba.

Evita come primo impatto di andare subito su qualcosa che ti abbia eccessivamente scompigliato. Però fai un esperimento. Ti invito a provare. 2 o 3 giorni a fila.

E senza preoccuparti. Se dovessi avere difficoltà, semplicemente scrivici una mail spiegandoci le difficoltà che hai incontrato, saremo lieti di accogliere le tue richieste.

La seconda inoppugnabile garanzia che ti offriamo è questa:

Io sono certo che il mio lavoro è profondo e aiuta le persone che vi si impegnano seriamente ad ottenere risultati significativi, concreti e incisivi che cambiano le loro percezioni e le rendono più ricche, proprio come quando senza aspettartelo, scopri qualcosa di impareggiabile che ti riempie la giornata e guardandoci bene, quella cosa sei tu.

Allo stesso tempo sono consapevole che i miei metodi possono non piacere o andare bene per tutti, perché magari non si è pronti o perché le persone si aspettano qualcosa e poi non riescono a seguire un percorso lavorando in maniera costante come batte sul ferro fino a farne un capolavoro e questo, come detto più volte per evitarti inutili aspettative, non porta risultati che invece mi sento di garantire a chi si applica.

Gestire le Emozioni è suddiviso in due settimane di corso.

Allora ascoltami bene, ecco cosa faremo:

se entro il termine delle due settimane di corso e dopo avere guardato i video, studiato, iniziato a praticare le visualizzazioni guidate con i fiori, tu ti rendessi conto che la Floriterapia Transpersonale Evolutiva NON è un sistema di lavoro interiore adatto a te,

scrivici immediatamente e noi ti restituiamo PER INTERO e senza domande la cifra che hai speso.

Nessun problema. Amici come prima. Troverai un’altra strada.

Si, hai capito bene, se Gestire le Emozioni NON fa per te, ti ridiamo i tuoi soldi, questione chiusa.

Io sono un floriterapeuta, offro sistemi di crescita con i fiori di Bach alle persone che li trovano utili. Se il mio lavoro non ti è utile o non ti soddisfa, non c’è problema, non siamo sulla stessa frequenza, berremo una tisana insieme e chiacchiereremo del più e del meno.

Ma in realtà, le domande che ricevo più spesso dalle persone che vorrebbero frequentare i miei percorsi ma si lasciano avvolgere dai dubbi come la testa contusa dalle bende, sono:

Riuscirò ad applicare le cose che mi spieghi?

E riuscirò a tradurle in pratica?

E io rispondo sempre:

“Davvero, basta la buona vecchia volontà di fare e di capire”.

Quando scrivo, penso, oppure organizzo i corsi, immagino sempre di avere davanti la persona più semplice e umile di questa terra, penso a mia nonna. È vero che a volte devo fare i salti mortali come a Le Cirque du Soleil per spiegare in modo semplice concetti difficili, ma negli anni ho affinato questa capacità, proprio per guidarti a comprendere le cose anche se fossimo bendati sui tornanti di montagna.

Gestire le Emozioni, flessibile come il giunco e solido come il granito.

Al suo interno quindi, troverai:

  • la teoria, solida come il granito, ti aiuterà a capire come funzioni;
  • la pratica, flessibile come il giunco, si adatterà completamente a te e alle tue esigenze;
  • la guida passo per passo alla pratica, per camminare sempre sicuro e guardandoti indietro, ritrovare le tue orme;
  • il manuale applicativo cartaceo che ti verrà spedito direttamente a casa e dove troverai parola per parola tutto il corso Gestire le Emozioni (adesso ti spiego).

Lo potrai rileggere ogni volta che vorrai, studiare, smontare e cucire, assimilandone ogni concetto nei tempi e nei modi che sono quelli a cui procede il tuo passo.

Gestire le Emozioni
Manuale Operativo

Oltre 180 pagine

Cartaceo formato A4

Contiene la trascrizione integrale

le slide – le mappe mentali

Spedito direttamente a casa

Com’è il tuo ritmo? Lento, veloce, dubbioso, sicuro?

Nessuno ti insegue per sbranarti, nessuno ti dice che c’è qualcuno più bravo di te nel farlo. C’è solo il tuo modo. E mentre trovi il tuo ritmo, hai sempre a disposizione il nostro supporto via mail e sul gruppo Facebook.

Ogni domanda è accolta per fornirti una risposta atta a sciogliere i tuoi dubbi come neve al sole in primavera. Noi siamo qui per te e questo deve esserti chiaro sin da ora. Non lasciamo nessuno solo come un bambino che piange nello sgabuzzino senza sapere cosa fare.

Gestire le Emozioni ti insegna a utilizzare i fiori di Bach su di te come un esperto orologiaio svizzero che alla luce della sua lanterna, assembla minuscoli componenti che altri non vedrebbero nemmeno. Questo ti da davvero un vantaggio enorme su te stesso perché imparare a vedere ed elaborare i pezzi che, dentro di te, ti hanno sempre fatto male e ancora risuonano come i colpi di un cannone, ti insegnerà, con la pratica, ad accettare queste parti interne e finalmente a farci la pace, proprio come dovrebbe essere in realtà.

Poi c’è sempre l’altra possibilità:

Puoi non fare niente.

Puoi continuare a fingere indifferenza verso di te, come fingiamo indifferenza verso la società, e la lasciamo andare tranquillamente allo sbaraglio senza nemmeno industriarci a pensare a una soluzione.

Non sto dicendo che non stai facendo niente per te, bada bene. Non mi permetterei mai, non ti conosco.

Ti sto dicendo che SE non stai facendo niente per migliorare, TU LO SAI che magari hai rimandato per anni di sciogliere i nodi e salpare l’ancora per far partire la tua nave verso il mare aperto.

Ed è proprio la presenza dei nodi che ti impedisce di iniziare a navigare, e questo lo sanno bene i miei studenti di Floriterapia Transpersonale Evolutiva®, come Carla, che ad esempio dice:

Floriterapia transpersonale evolutiva® testimonianze carla minelli“… per rendere comprensibile il concetto è come se mi vedessi agire fuori il mio corpo, come se un’altra me fosse spettatrice delle mie giornate.

É tempo di cambi, determinati anche da questa lavoro che stiamo facendo insieme.

Da tempo indossavo la maschera del fingere di star bene in un ambiente lavorativo che mi sta (oggi posso dire stava) tanto stretto da togliermi fiato ed energie.

Si sono create più o meno consapevolmente delle circostanze per le quali oggi posso dirvi che dal 1 novembre si cambia registro, lascio questo ambiente lavorativo senza sapere cosa farò domani, con una serenità e tranquillità che non ho mai provato. Certa che i miei talenti, fuori di qui, saranno il mio valore aggiunto, e questa “follia” non potrà che creare il meglio per me”.

Carla Minelli

Ciò che accade e che spiego bene durante il corso Gestire le Emozioni, è che quando cominciamo a risolvere e a trasformare, aspetti di noi che generano dolore, tanto da bandirli dalla coscienza come fossero dei delinquenti che ci vogliono rapinare casa, e questa è una percezione comune che molti hanno (invece sono solo parti che richiedono attenzione per essere sanate), bene …

quando lo facciamo, e finalmente gli concediamo quell’attenzione che chiedono, allora, oltre a sciogliersi come neve al Sole, ci si aprono spazi dell’Anima che non immaginavamo nemmeno potessero esistere, e le cose cominciano a funzionare da sole, a fluire e allora l’inconscio comincia a prendere la guida.

Cos’è davvero l’inconscio?

L’inconscio non è brutto e cattivo, non è un mostro da relegare al buio e non dargli da mangiare.

È vero il contrario: diventa un mostro brutto e cattivo se lo releghiamo al buio e non gli diamo mai da mangiare.

L’inconscio è semplicemente un magazzino di stimolo-risposta che si adatta a quello che ci metti dentro, come spiego in modo super approfondito nel corso Gestire le Emozioni.

Se la tua vita è piena di dolore, insoddisfazione, piagnistei, lamentele, disagi e tu non fai niente, quelli rimangono al loro posto e periodicamente mettono la testa fuori come gli struzzi dalla sabbia venendoti  a beccare per ricordarti che non stai facendo niente.

Allora la maggior parte delle persone comincia ad agitarsi senza metodo né scopo per cercare una soluzione pseudo-spirituale senza voler mai davvero affrontare la verità di guardarsi dentro e trovare finalmente un posto per tutte queste dimensioni conflittuali in cui possiamo invece intervenire efficacemente con la Floriterapia Transpersonale Evolutiva®.

Ma come ho suddiviso Gestire le Emozioni, e perché?

Ecco i 15 capitoli su cui andremo a lavorare insieme:

1 di 15) Le tre colonne

In questo capitolo parliamo delle tre colonne fondanti la mente: l’albero genealogico, l’imprinting, le matrici perinatali, mostrandoti il ruolo della crisi come strumento di crescita. Questo capitolo è fondamentale perché tu capisca quali sono le dinamiche che generano il carattere e ti serve saperlo per capire quali aree di intervento sono importanti per fare un vero lavoro interiore.

2 di 15) La struttura di base della mente

La struttura di base della mente – Cervello rettile, Amigdala, Ippocampo, Corteccia prefrontale e loro funzioni. Le convinzioni. Il Sé. Lo spazio personale. I campi morfogenetici. Qui passeremo in rassegna come un generale le sue truppe, le strutture del cervello, come si comportano, cosa fanno e perché.

3 di 15) Connettersi all’inconscio

Lasciare la guida all’inconscio dopo aver decontaminato l’Io dalle tendenze distruttive derivate dai conflitti infantili è un gesto di apertura all’altro che diventa possibile quando lavoriamo su noi stessi. Allora le sincronicità, i simboli, diventano la nostra guida.

L’inconscio è stato ingiustamente maltrattato.

L’inconscio di cui tutti hanno paura, fa paura proprio perché viene represso anziché espresso. Ma quando lo reprimi stai facendo con la tua mente, la fine del topo in trappola e invece potresti essere l’imperatore alla guida del suo regno che ne coglie tutte le ricchezze. Cambiare prospettiva è non solo utile, fondamentale.

4 di 15) Il valore della verità personale

Un percorso di crescita degno di questo nome deve necessariamente prevedere una rielaborazione della nostra storia personale, responsabile e contenitore delle esperienze che hai fatto in questa vita, da cui non fuggire se vuoi attraversarti per “essere” in modo sano.

Come detto, le persone oggi si lasciano sedurre facilmente dalle teorie pseudo-spirituali, bypassando “inconsapevolmente” la loro verità, unica vera responsabile di come stai oggi, qui e ora, in questo momento. Prendendoti cura di te, e ti verrà spiegato come fare, come una madre amorevole fa con il proprio neonato, potrai davvero stravolgere il senso di tutto.

5 di 15) Il ruolo della consapevolezza

Qual è il ruolo della consapevolezza in questo viaggio all’interno di noi stessi? La materia oscura occupa circa il 26% dell’universo e l’energia oscura ne occupa il 70%. Siamo davvero sicuri che la consapevolezza sia al centro della nostra esperienza? E siamo sicuri del suo valore?

Tutti vogliono diventare più consapevoli .. ma di che cosa vogliamo diventare consapevoli se non conosciamo come funziona la nostra mente? Di aria fritta impastellata ce n’è fin troppa in giro. Il vero nutrimento sazia. Questa è la cartina tornasole a cui dovremmo sempre riferirci.

Ciò che ho appreso, sta cambiando la mia esperienza?

6 di 15) Gestire le emozioni

Come si gestiscono le emozioni negative? Come si entra nella presenza del trauma? Come lo si affronta volendo essere efficaci per risolverlo? Quali sono gli strumenti a nostra disposizione da subito per rapportarci ai traumi? C’è un preciso meccanismo che guida questi aspetti e quando ogni pezzo verrà finalmente collocato al proprio posto, allora l’immagine nascosta del puzzle verrà finalmente alla luce.

7 di 15) Le emozioni in Ombra

Emozioni e qualità in ombra sono parti di noi che non riconosciamo come nostre e che tendiamo a sopprimere, a negare e questo genera sofferenza. Come possiamo entrare in queste dimensioni? La prima cosa che ogni cercatore dovrebbe fare è cessare il giudizio, perché quando c’è giudizio nei confronti di sé stessi, le parti ferite non emergono.

Immagina: se fossi chiuso in una gabbia con un braccio legato e uno ferito, e sapessi che fuori c’è uno che appena sporgi l’unico braccio disponibile per afferrare il cibo, ti da una martellata, cosa faresti?

Il bambino interiore ferito funziona proprio così. Impareremo a disattivare questo meccanismo.

8 di 15) Il tempo: ciclico o lineare

Il tempo è lineare per la mente lineare, razionale, ma questa costruzione va considerata nella giusta prospettiva, perché il tempo può essere il più grande tesoro che abbiamo a disposizione, oppure un contenitore noioso e difficile da riempire. Il senso che gli attribuiamo, dipende da noi.

Se siamo svogliati quindi e bighelloniamo senza meta, oppure abbiamo paura di cosa fare del nostro tempo, non troviamo come gestirlo al meglio, dobbiamo guardare dentro di noi e nel confronto con gli aspetti che normalmente non vogliamo accogliere, troveremo le risposte più eclatanti. Come i fuochi d’artificio nella notte.

9 di 15) La questione della pace nel mondo

Sono tempi difficili per parlare di pace. Mi sono permesso di esprimere quello che penso in modo onesto e coerente rispetto al lavoro che faremo in questa sede, perché riequilibrare il tuo “dentro”, riorienterà la tua naturale bussola al “bene” non solo in modo egoistico, ma anche della collettività.

10 di 15) La bilancia strutturale delle emozioni

Come si sviluppano le due emozioni fondamentali nell’essere umano, il senso di appartenenza e quello di identità? Quale meccanismo permette loro di svilupparsi in maniera sana e quali ostacoli possono incontrare?

In questo capitolo vedremo le due istanze fondamentali che tutti cercano. I due piatti della bilancia della giustizia interiore. Quando ci sono, il tuo equilibrio interno è OK, ma quando mancano, molte delle esperienze che vivi nella quotidianità, spostano il tuo baricentro, a volte fino a farti perdere l’equilibrio troppo facilmente.

Conoscere queste due spinte è come sapere dove sono il Nord e il Sud, sapendo che il sole nasce a Est e tramonta ad Ovest … nella società attuale sembra quasi superfluo, ma quando affronti l’isola selvaggia del tuo essere interiore, se non lo sai, hai davvero un problema.

11 di 15) Mindfulness: sensazioni e Body Scan

La Mindfulness è una pratica derivata dalla meditazione Vipassana che ci permette di entrare in contatto con le nostre sensazioni, espandendo il senso di realtà e connettendoci al qui e ora, lasciando la guida all’inconscio.

Scopriamo, come diceva Bach, la pratica quotidiana della meditazione che può trasformare ciò che viviamo, da derelitto e penoso, ad assolutamente degno di nota.

12 di 15) Floriterapia Transpersonale Evolutiva®

Abbiamo appreso come funziona la macchina umana, come entrare nei traumi e nelle situazioni difficili che abbiamo vissuto. Ora connettiamo questi passaggi alla Floriterapia Transpersonale Evolutiva® e soprattutto ai fiori di Bach e iniziamo questo viaggio dentro noi stessi, alla scoperta di ciò che siamo veramente, perché è qui che andremo a fare la differenza.

13 di 15) I livelli dello spettro della coscienza

Il capitolo credo più arduo di tutto il corso: parliamo della dualità e dei livelli della coscienza, dal più alto, l’unità divina, scendendo e attraversando progressivamente tutti i livelli fino ad arrivare a quello di Ego/Ombra in cui la maggior parte di noi vive. Capitolo importante. Stabiliamo connessioni profonde.

14 di 15) Pensare in termini sistemici

Nessun uomo è un’isola. Uno degli sforzi che possiamo fare è di pensare collettività, insiemi complessi in cui ognuno opera una parte non solo per sé, ma anche per gli altri e gli effetti delle gioie e dei dolori riecheggiano su tutti.

Quando ci liberiamo, a nostra volta, liberiamo gli altri. Quando invece non agiamo e decidiamo di rimanere prigionieri dei soliti modi e schemi, dell’assuefazione alla vita ordinaria, alle consuetudini, a ciò che altri prima di noi, hanno pensato per noi, allora la responsabilità è un grave fardello da portare sulla schiena e i nostri passi si fanno pesanti. Ci trasciniamo come i condannati a morte in attesa del supplizio.

Guardiamoci intorno. Quanti altri stanno così? Siamo tutti sulla stessa barca, come potrebbero le decisioni di uno, non influenzare un altro?

15 di 15) Conclusioni e inizi

Siamo giunti alla fine del nostro viaggio dentro la struttura della psiche umana. Il mio intento è che questa fine sia un inizio. Applicando quanto studiato fin’ora con coscienza e con costanza, è possibile accedere agli aspetti alti dell’esistenza, quelli per cui vale il sacrificio di vivere.

Che tu possa trovare la gioia.

Com’è strutturato Gestire le Emozioni?

Ogni capitolo contiene:

1 video in HQ in cui vado  approfondire i concetti affinché tu possa succhiarne il midollo,

1 audio MP3, perché se scegli di studiare al parco, al mare, in collina, o vuoi riascoltare in macchina mentre vai al lavoro, puoi portare il corso sempre con te, ovunque vai,

1 pdf che contiene i concetti fondamentali da tenere sempre vicino quando studi o ripassi,

1 mappa mentale per ogni capitolo, così il tuo focus è sempre sui concetti fondamentali e non te li perdi,

1 video di commento sulla mappa mentale, in cui ti guido io personalmente alla ricapitolazione degli argomenti, in modo che ti aiuto a chiarificare,

1 audio MP3 del commento alla mappa mentale. Stessa cosa di cui sopra, anche questo puoi portarlo con te.

Tutto moltiplicato per 15

Sono oltre 16 ore di corso

+

La visualizzazione sullo spazio personale in formato MP3 (che ti insegna a lavorare con i fiori sui traumi)

+

La meditazione sul respiro (da cui partire per entrare in connessione)

+

La meditazione sulle sensazioni (il fulcro della pratica)

+

La meditazione sui pensieri (per liberare spazio)

+

La meditazione per i momenti difficili (perché lavorando su di sé come facciamo noi, è inevitabile che accadano momenti di difficoltà, che andremo a gestire in modo talmente efficace da lasciarti a bocca aperta)

+

Meditazione BONUS sorpresa (così non ti svelo tutto)

+

Ultimo ma non meno importante …

Ti inviamo a casa il Manuale applicativo Completo

Oltre 180 pagine di trascrizioni del corso, con tutte le slide e le mappe mentali.

Perché?

Perché tu possa sempre avere sotto mano tutti i concetti che dovrai probabilmente digerire nel tempo e il manuale cartaceo è la forma più comoda in assoluto per tornare a prendere quello che ti serve.

Parliamo di prezzo, anche se, il prezzo in questo momento è davvero ininfluente.

Ti spiego:

La Floriterapia Transpersonale Evolutiva® è una pratica NUOVA, non ancora conosciuta, quindi io e il team di persone che lavora con me, e che tu, se mi segui conosci, abbiamo deciso che in questo momento vogliamo fare un’opera di DIVULGAZIONE.

Il nostro attuale interesse è far conoscere la Floriterapia Transpersonale Evolutiva® a tutte le persone che vogliono intraprendere un lavoro di crescita con i fiori di Bach per andare a comprendere e trasformare tutte le dimensioni di cui abbiamo parlato.

Il valore implicito del Corso di Gestire le Emozioni è davvero molto alto per la mole di contenuti e di informazioni che trovi al suo interno, molto più alto del valore di 98€ che gli abbiamo attribuito.

Hai tutto il materiale audio, video, pdf, mappe mentali e in più il manuale applicativo completo.

A 98€ anziché 149€

Riservato ai primi 1000 iscritti, entro e non oltre il 31 Dicembre

Ti sembra poco?

Si, a noi si, molto poco. Ma vogliamo dare questo impulso forte a chi ne capisce il valore proprio perché stiamo gettando le basi per il futuro e crediamo sinceramente che questo sia un gran bel treno in partenza per una destinazione assolata dove si sta davvero bene e questo treno, a queste condizioni, passerà davvero solo una volta, poi più.

Se ci vuoi salire, lo devi fare adesso, perché se lo perdi, non passerà più.

E le garanzie te le abbiamo chiaramente messe sul piatto:

  • PROVA due, tre sere a metterti i fiori nell’ombelico e ripensare a un evento irrisolto, valuta l’effetto che ti fa e poi scrivici cosa ti è successo, cos’hai provato, ti accoglieremo.
  • RIMBORSO COMPLETO della cifra spesa, entro le prime due settimane (e aver praticato) se ti accorgi che per te non va bene, non fa al caso tuo, non ti ci trovi.

Ma evita di prenderla sotto gamba perché l’offerta è allettante. Non lo facciamo per questo motivo.

Gestire le Emozioni – Le basi della Floriterapia Transpersonale Evolutiva® è un corso teorico-pratico in cui se hai accesso, DEVI capire che il tuo impegno, lavoro, applicazione costante è fondamentale per il successo dell’opera che ci apprestiamo a fare.

A 98€ anziché 149€

Riservato ai primi 1000 iscritti, entro e non oltre il 31 Dicembre

INOLTRE

Puoi scegliere le due Opzioni PLUS:

(posti LIMITATISSIMI: andranno via VELOCISSIMI!)

Se trovi i pulsanti qui sotto grigi e NON cliccabili,
significa che la disponibilità di posti PLUS è esaurita.

Puoi COMUNQUE iscriverti a Gestire le Emozioni, senza opzione PLUS

Vuoi (in aggiunta al corso Gestire le Emozioni) essere seguito per 3 mesi con un percorso classico di Floriterapia da Claudia Marsili?

Solo 20 disponibili

248€

Corso Gestire le Emozioni
+
3 sessioni di Floriterapia
(via Skype) Con Claudia
della durata di un’ora
(1 seduta al mese)

Vuoi (in aggiunta al corso Gestire le Emozioni) ricevere una sessione personalizzata di Coaching da Max sui temi del corso per chiarire ogni dubbio?

Solo 30 disponibili

158€

Corso Gestire le Emozioni
+
1 sessione di Coaching
(via Skype) Con Max
della durata di un’ora
(sui contenuti del corso)

oppure procedi solo con l’iscrizione

Questa non puoi proprio perdertela. Ti aspettiamo a studiare con noi!

SCARICA I VIDEO GRATUITI

Inserisci il tuo nome e la tua e-mail per ricevere subito i video Gratuiti che ho riservato per te!

Grazie...

SI! MANDAMI I 3 VIDEO GRATUITI

INSERISCI IL TUO NOME E IL TUO INDIRIZZO MAIL PER RICEVERE GRATUITAMENTE I 3 VIDEO ESTRATTI DAL CORSO BASE, PRIMA DI DECIDERE SE ACQUISTARLO.

You have Successfully Subscribed!