Seleziona una pagina

Condividi sui Social

proteggersi con fiori di bach

Uno scudo di Luce

Molto spesso succede che siamo troppo aperti verso il mondo esterno e poco attenti a ciò che ci succede dentro.

Questo atteggiamento è automatico poiché cresciamo in un ambiente culturale che ci insegna a cercare fuori le risposte ai nostri quesiti per spingerci a consumare di più.

Un atteggiamento di questo tipo comporta però, oltre che a una scarsa conoscenza di noi stessi, una esagerata apertura, trascurando i nostri confini energetici.

Sappiamo che ognuno di noi possiede un campo energetico che subisce variazioni a seconda delle esperienze che viviamo.

La medicina olistica ci insegna a prenderci cura anche di questo campo, offrendoci molti strumenti per imparare a proteggerci.

Immaginiamo di avere una casa senza i muri; i locali della casa sarebbero soggetti al caldo, al freddo, alle intemperie, agli sguardi dei vicini, o addirittura a un’invasione fisica da parte di altre persone o animali.

Eppure, per quanto riguarda noi stessi, succede spesso che portiamo in giro la nostra energia senza dei confini.

Come ripeto, ciò accade perché nessuno ci insegna che bisogna proteggerci dalle energie esterne, visto che ci addestrano fin da piccoli a credere solo a ciò che è materia.

Eppure, è molto importante non trascurare il nostro campo sottile poiché un qualsiasi “attacco” esterno può compromettere il nostro stato di benessere.

Gli strumenti che abbiamo a disposizione sono davvero tanti; ogni sistema olistico ha i suoi mezzi. Il Rei-ki, ad esempio, usa il potere dei simboli. In Aura-Soma ci sono le Pomander di protezione. Esistono mantra e preghiere di protezione, e in natura anche i fiori possono darci una grande mano in questo.

proteggersi con fiori di bach

Uno scudo di Luce: Walnut

Nel sistema dei fiori di Bach, il primo esempio da citare è senz’altro WALNUT, l’essenza protettiva per eccellenza. L’albero del noce è davvero una pianta sacra; sul suo tronco gli insetti difficilmente fanno presa, poiché il suo tronco emette una sostanza che emana un odore che tiene lontani i parassiti.

Inoltre, sappiamo che il frutto del noce ha fantastiche proprietà curative, soprattutto sulla nostra mente. Infatti, la noce è fatta come il nostro cranio: la parte interna è simile al nostro cervello e il guscio è la nostra scatola cranica.

Walnut, l’essenza che si ricava dai fiori di questa magica pianta, è molto utile per adattarci a situazioni di cambiamento (traslochi, dentizione dei bambini, separazioni, lutti, inizio della scuola, un nuovo lavoro, etc…) poiché ci consente di “tagliare” i fili energetici che ci tengono legati al passato; il dottor Bach la chiamava infatti “lo spezza catene” e, proprio per questo motivo, Walnut ci protegge dalle influenze esterne, che si tratti di rapporti o di energie ambientali.

Vedo spessissimo persone che non hanno ancora chiuso un rapporto che è finito da tempo, sebbene stiano vivendo una nuova relazione. In questo caso, Walnut aiuta a sanare i legami energetici che esistono con il passato, proprio come ci aiuta a fare l’Arcangelo Michele con le sue spade di Luce.

Oltre a questo, l’essenza del noce ci consente di sviluppare la nostra individualità, permettendoci di seguire la nostra essenza, anziché farci fuorviare da influenze esterne.

Infine, Walnut aiuta a spezzare le catene anche con i retaggi familiari e culturali. Perciò sarebbe, ad esempio, un fiore ottimo da assumere dopo le costellazioni familiari, poiché spinge a integrare la pratica svolta.

A proposito di influenze esterne, a volte sarebbe più indicato il fiore di Bach Cerato, in special modo quando raccontiamo agli altri troppe cose di noi. Negli anni ho imparato che quando abbiamo un progetto, non dobbiamo mai, e dico mai, parlarne.

Raccontare i nostri intenti prima di essere passati all’azione, ci impedisce di conservare l’energia adatta a concretizzare il progetto.

Non vi è mai capitato di parlare con altri di una vostra idea e poi, dopo averne parlato, sentire di non avere più la motivazione per metterla in atto?

Questo meccanismo succede spesso a chi ha bisogno di una conferma esterna per validare il suo progetto, perciò parte alla ricerca di un’approvazione, disperdendo un sacco di energia che sarebbe molto utile all’azione.

Cerato ci aiuta a fidarci del nostro intuito, che non ha bisogno di risposte dal di fuori, poiché la verità sta sempre nel nostro cuore, per tutto. (E intendo la “nostra” verità, che non è necessariamente la stessa di altri.)

Parlare troppo delle proprie questioni personali è un atteggiamento che può attirare invidie, quindi energie negative che intaccano il nostro campo energetico (provocando stanchezza, mal di testa, piccoli incidenti) e che molte persone legate alla tradizione sanno eliminare attraverso un rituale.

Se però riusciamo a prevenire, grazie all’aiuto dei fiori, questo tipo di attacchi, molto meglio.

proteggersi con fiori di bach

Uno scudo di Luce: Centaury

C’è poi una tipologia caratteriale, oltre a Cerato, che è proprio la preda preferita dei vampiri energetici: CENTAURY.

La persona che corrisponde a questo fiore di Bach, è per natura molto attenta e disponibile ai bisogni degli altri, non riesce mai a dire di no e si lascia spesso calpestare poiché ciò che deve imparare è proprio imporsi e sviluppare maggiore autostima e dignità.

Quando si è troppo disponibili si è anche troppo aperti all’esterno, perciò ci si lascia invadere facilmente, specialmente da chi si trova in uno stato negativo Heather, quindi parla in continuazione di sè per attirare l’attenzione, oppure di un Cerato, che è alla ricerca di conferme.

Centaury ci aiuta a rinforzare il nostro terzo chakra, quello legato alla nostra auto-affermazione, permettendoci di allontanare le negatività esterne.

E’ stato inoltre testato attraverso la foto Kirlian che l’individuo che è troppo disponibile verso gli altri presenta degli “strappi” nel suo campo energetico; grazie all’aiuto di Centaury, questi strappi spariscono e l’aura risulta ben compatta.

Gli stessi fiori citati possono essere vaporizzati negli ambienti, magari uniti ad altri, per ripulire uno spazio, oppure possono proteggere una situazione che ci sta a cuore, semplicemente scrivendo su un foglio questa situazione e scrivendoci a fianco il nome del fiore di Bach utile. Vi consiglio di sperimentare e ascoltare attentamente ciò che succede; scoprirete molto su voi stessi e sull’energia che ci circonda.

Condividi sui Social

SI! MANDAMI I 3 VIDEO GRATUITI

INSERISCI IL TUO NOME E IL TUO INDIRIZZO MAIL PER RICEVERE GRATUITAMENTE I 3 VIDEO ESTRATTI DAL CORSO BASE, PRIMA DI DECIDERE SE ACQUISTARLO.

You have Successfully Subscribed!