Red Chestnut

Mi prendo cura di te

Abbreviazione:RCH

Nome italiano:Ippocastano rosso

Nome botanico:Aesculus X Carnea

Parole chiave: Paura, ansia o eccessiva preoccupazione per il benessere altrui.


Descrizione originale di Edward Bach: "Per coloro che trovano difficile non essere in ansia per gli altri. Sono persone che in genere non si preoccupano di se stessi, ma possono soffrire molto per coloro a cui vogliono bene, perché temono sempre che accada loro qualche sventura".

Scarica l’E-book gratuito

Caratteristiche psicologiche ed emozionali del fiore: ansia e angoscia, apprensività, catastrofismo, eccessiva preoccupazione per il benessere altrui, eccessivo attaccamento, immedesimazione di sé nell’altro, insufficiente autocontrollo emozionale, iperprotezione verso gli altri, negazione dell’indipendenza altrui, paura per gli altri, pensiero negativo e distorto, possessività affettiva, si prende cura degli altri come bisogno surrogato di curare se stesso, simbiosi, soffocamento, timore anticipatorio di difficoltà rivolto alle persone care.

Relazione con il Sé: la paura che prova per gli altri è il riflesso dei timori che nutre per sé. La personalità ha riversato all’esterno il bisogno di prendersi cura del Sé superiore anziché interiorizzarlo e per questo vede gli altri come un’estensione di sé e teme per loro.

Il rimedio apporta: la capacità di offrire agli altri il proprio sostegno nel momento del reale bisogno, mantenendo un equilibrato distacco emozionale.

Per cortesia condividi su Facebook. Ci aiuti a crescere. Grazie!

Red Chestnut nelle caratteristiche tipologiche (Type):

La persona che incarna l’archetipo di Red Chestnut vive in una costante tensione proiettata verso l’esterno, verso l’attenzione eccessiva e negativizzata che possa accadere qualcosa di estremamente negativo e specifico ad un loro familiare, una persona cara. L’ansia è un elemento fondamentale in questo fiore che rimane continuamente preda del giogo della paura. È inutile dire che la persona sa benissimo di provare questa continua tortura a livello anticipatorio, e convive con essa. Classico esempio è la mamma preoccupata che non dorme fin quando il figlio non torna dalla discoteca. Non solo. Spesso questo timore viene vissuto in gran silenzio poiché produce scene immaginifiche di colossali catastrofi in cui i familiari sono visti morire o soffrire di atroci sciagure che, sebbene possibili, sono quasi sempre poco probabili. Come genitorisono iperprotettivi e conducono i bambini a vivere una vita sulla difensiva inducendo in loro paure anacronistiche che non dovrebbero assolutamente avere e che potrebbero generare problematiche di difficile gestione in età adulta. Red Chestnut è il classico fiore di chi porta il figlio in consulenza adducendo malesseri acuti inesistenti, senza riuscire a fare un minimo di autoanalisi che lo indurrebbe a capire che

prima va curato l’albero e poi il frutto.

Spesso la persona Red Chestnut vive l’identità altrui come un prolungamento della propria, perché non ha correttamente sviluppato quelle qualità di indipendenza ed equilibrio che fanno si che possa percepirsi come un soggetto a sé stante. Probabilmente non ha (o non è stato) reciso correttamente il cordone ombelicale, non ha risolto appieno il distacco, ed essendo persona sensibile, proietta sugli altri le proprie paure inconsce. Soffre al posto del congiunto una situazione di tensione e preoccupazione anticipatoria che, se guardate con l’occhio della Legge d’attrazione, potrebbero portare sul malcapitato oggetto del pensiero, proprio quegli accadimenti che si vorrebbero evitare e, per questo, Bach consigliava l’assunzione dell’essenza Red Chestnut ad entrambe (per es. madre e figlio), come se il karma fosse effettivamente estendibile a più generazioni.

Ogni bambino è inevitabilmente costretto a sopportare sia il clima nel quale cresce, sia gli effetti patogeni che si sono cristallizzati nei postumi del passato psicologico non solo della madre e del padre, ma anche delle persone che si occupano di lui. Il bambino è portatore della sua fusione prenatale e in seguito della dipendenza postnatale, e che l’ha strutturato (Françoise Dolto – Le parole dei bambini).

Red Chestnut come stato d’animo transitorio (Mood): le succitate caratteristiche valide per lo stato tipologico sono riconducibili a quello transitorio, con la ovvia differenza che lo stato transitorio potrebbe avvenire in conseguenza ad un trauma, ad un incidente, ad un accadimento realmente vissuto dalla persona che prova questa paura. Ricordo inoltre che la tendenza all’iperprotezione del figlio sostituivo, cioè quel figlio procreato o adottato per coprire il lutto di un figlio morto o di un feto nato morto, ricade nella sfera d’azione di questo fiore, unitamente ad altri (tipicamente Star of Bethlehem, Agrimony, Honeysuckle, Pine).

corso online fiori di bach

Interazione con i problemi fisici: aderenze (ad es. della pelle o dell’endometrio), ansia, nervosismo per le condizioni degli altri, rotture affettive, svezzamento.

Consigli pratici per l’uso: L’iper-presenza empatica tra la persona in stato Red Chestnut e il soggetto (o i soggetti dell’ansia) vivono uno stato di eccesiva tensione con la possibile conseguenza peraltro di incrinare il rapporto. Consiglio la persona in stato Red Chestnut di adottare un’attenzione selettiva nei confronti dei propri stati d’animo per notare e catturare tutti quei comportamenti che inficiano e/o limitano la libertà altrui e riportarli costantemente a Sé interrogandosi per qualche minuto sulle origini di queste fobie, circa la loro necessarietà e su come evitare che i nostri disagi influenzino in maniera negativa la vita delle persone a noi care.

Red Chestnut potrebbe anche avere bisogno di:

Centaury: se l’eccesso di preoccupazione per gli altri deriva dall’accettare tutti i loro desideri.

Chicory: quando si vuole avere sempre vicino le persone a cui si vuole bene.

Mimulus: se tendi ad avere paura di molte cose sul piano materiale e, provando pena per te stesso, estendi queste paure ai tuoi cari.

Se vedi che ti piace ...

Condividi questa pagina

con i tuoi amici!

Seguici sul

nostro canale

Licenza Creative CommonsRed Chestnut di MaxVolpi è distribuito con Licenza Creative Commons Internazionale.