Gentian

Limitazioni autoimposte per sfiducia

Abbreviazione:GEN

Nome italiano:Genziana

Nome botanico:Gentiana Amarella

Parole chiave: Sconforto, incertezza, scoraggiamento, pessimismo, scetticismo, negatività.


Descrizione originale di Edward Bach: "Per coloro che si perdono facilmente d'animo. Possono anche migliorare progressivamente nella loro malattia o nei loro affari quotidiani, ma il minimo ritardo od ostacolo che si presenti genera in loro titubanza e causa confusione e scoraggiamento".

Scarica l’E-book gratuito

Caratteristiche psicologiche ed emozionali del fiore: bassa tolleranza alla frustrazione, catastrofismo, cavillosità, costantemente demoralizzato e demotivato, diffidenza, disfattismo, disincanto, dubbio, eccesso di razionalità e di focus sui problemi, fragilità emozionale, identificazione con il fallimento e le preoccupazioni, incertezza, incostanza, ipercriticità, isolamento sfiduciato, malinconia, mancanza di empatia, di fiducia e di fede, mancanza di visione globale, materialismo, negativismo, nel descriversi si definisce realista, personalità depressiva, pessimismo, polemicità, profezie negative autorealizzanti, scetticismo, sconforto, scoraggiamento davanti agli ostacoli, sfiducia in sé stessi, tendenza a vedere gli aspetti negativi, tristezza.

Relazione con il Sé: vive in costante sensazione di privazione. Ha perso il contatto con il Sé per mancanza di costanza e capacità di credere, di fidarsi.

Il rimedio apporta: perseveranza di fronte agli ostacoli, capacità di comprendere il significato trascendente degli eventi (soprattutto quelli negativi) collocandoli in una corretta prospettiva. Fiducia.

Per cortesia condividi su Facebook. Ci aiuti a crescere. Grazie!

Gentian nelle caratteristiche tipologiche (Type):

Parlando di Gentian a livello tipologico, ci troviamo di fronte all’archetipo del pessimismo e dello scetticismo. Gentian di sé certo avrà una considerazione diversa, poiché non può e non riesce ad accorgersi di essere pessimista. Tuttavia il suo pensiero e le sue parole trasudano di negazioni, di “non si può”, “non è fattibile”. Per questa persona il non riuscire sembra essere parte della quotidianità. Il primo pensiero che emerge nella sua mente è di negazione, di difficoltà. Ovviamente essendo un meccanismo che scatta in automatico, egli non si accorge del suo verificarsi (a meno di un profondo lavoro di ristrutturazione delle credenze) e configura tutta la propria esistenza attorno alla mera sussistenza, ad accontentarsi del poco che ha, privandosi di possibilità che sarebbero invece alla sua portata. Questo automatismo deriva dalla bassa tolleranza alla frustrazione propria di questi individui. Ogni contrarietà anche piccola, li devia dal sentiero, dall’idea, dal progetto che desiderano intraprendere e questa scarsa volontà probabilmente origina in un’educazione genitoriale fatta di sfiducia e mancanza di incoraggiamento. I genitori che considerano “normale il dovere” e non premiano mai i figli possono far verificare queste condizioni che, in definitiva, gettano le basi per le personalità depressive, di cui Gentian, insieme ad altri fiori, è certamente il cardine di trattamento. Quando la persona Gentian raggiunge la consapevolezza della propria negatività, probabilmente inizierà a lamentarsi ed il vittimismo farà comparsa (è territorio di Willow e Larch), in caso contrario, tenderà sempre a scusare la propria tendenza alla rinuncia con la mancanza di condizioni favorevoli affermando di essere “realista”, attribuendo la colpa, la responsabilità alla società (ancora Willow). Questo non significa che le condizioni negative non esistano se non dentro di lui, bensì che questa tipologia tende dichiaratamente a vedere il bicchiere perennemente mezzo vuoto, ad estendere il significato negativo della vita, a perpetrare un modello in cui queste carenze siano vedute non per quello che sono, ma come parte della norma. Pensieri auto-denigratori, scoraggiamento, tristezza anche immotivata (territorio di Mustard), sono tutte componenti presenti sia in Gentian che nella personalità depressiva ed avremo di fronte una lotta contro l’auto-abbattimento e la scarsa convinzione riguardo al valore di sé. Possiamo ben immaginare quali possano essere le conseguenze di una vita vissuta in questo stato di rinuncia, malumore e limitazione.

Non esistono persone nate sotto una cattiva stella, esistono solo persone che guardano storto il cielo (Proverbio cinese).

Le persone che dicono: "Non si può fare", non dovrebbero interrompere le persone che lo stanno facendo. (Altro proverbio cinese).

Gentian come stato d’animo transitorio (Mood): Quando parliamo di trattamento della depressione e non di personalità depressiva, stiamo parlando di una sindrome in cui ognuno può incorrere in seguito a forti traumi, coincidenza negative, etc. Quindi ad ognuno potrebbe accadere di avere bisogno di questo rimedio in periodi particolarmente difficili, dove lo scoraggiamento prende il posto della voglia di lottare, o in cui le prove della vita sembrano non finire mai, provocando avvilimento, come detto, anche a seguito di oggettivi episodi di dolore. Inoltre è molto utile durante il trattamento floreale se ci si accorge che si è frustrati per il mancato funzionamento dei fiori. Voglio chiudere con una nota: non sono mai i fiori a NON funzionare. Siamo noi a non scegliere i fiori giusti perché ci poniamo le domande sbagliate o non siamo in grado di definire correttamente quali siano i nostri problemi. L’impiego di Gentian a questo livello ne da un esempio tipico: se la persona non reagisce correttamente al trattamento, è necessario approfondirne le cause per capire se vi sia una sorta di rinuncia a migliorare, dettata da altri motivi, apparentemente non pertinenti al problema.

corso online fiori di bach

Interazione con i problemi fisici:Nel decorso di una malattia, nelle ricadute per mancanza di fiducia (insieme a Gorse). Da includere nel trattamento della depressione e del lutto.

Consigli pratici per l’uso: Lo schema ricorrente nella mente di Gentian è il "non si può fare". Quasi sicuramente questa è una lezione di vita per la persona un po' amara come il fiore (Nota la segnatura). Ogni volta che intraprende qualche azione che lo sposta dalla piccolissima zona di comfort che si è creato, egli rinuncia. Inutile dire che uno dei consigli pratici più importanti per questa tipologia è cercare una riconnessione con il corpo fisico ogni volta che cade nella "tentazione" di abbandonare ciò che aveva iniziato. Ritorna su di te, dentro di te. Ascolta il corpo, non la mente e, assumendo i fiori, potrai ritrovare quello spazio di fiducia necessario per portare a termine i tuoi compiti.

Gentian potrebbe anche avere bisogno di:

Heather - Chicory: se il tuo abbandonare le cose che stai facendo, deriva dal non avere vicino i tuoi cari, la loro approvazione o attenzione.

Gorse: la bassa tolleranza alla frustrazione di Gentian, diventa resa se protratta nel tempo. In questo caso, è bene aggiungere anche Gorse.

Hornbeam: se tendi a cadere anche nella noia, la ripetitività ti scoraggia e fatichi ad iniziare I tuoi compiti quotidiani.

Mustard: se a causa di questa base comportamentale, tendi a vedere tutto nero, come se una nube fosca coprisse tutto il cielo.

Sweet Chestnut: se il pessimismo e lo scoraggiamento hanno aperto il varco alla disperazione e lo stato di disagio è alto. Come se non vi fosse più speranza di uscita dal buio.

Willow: se tendi al risentimento, a borbottare come una pentola di fagioli, a lamentarti in continuazione.

Se vedi che ti piace ...

Condividi questa pagina

con i tuoi amici!

Seguici sul

nostro canale

Licenza Creative Commons Gentian diMaxVolpi è distribuito con Licenza Creative Commons Internazionale.